Il giovane 21enne, già noto ai Carabinieri per alcune precedenti intemperanze, è risultato trovarsi sotto effetto di sostanze stupefacenti

Città di Castello, 5 ottibre 2021 – Nonostante il gravoso impegno nei servizi di vigilanza delle ultime ore, che ha visto l’impiego di alcune decine di Carabinieri, anche nel fine settimana sono continuati i controlli su strada dei Carabinieri della Compagnia di Città di Castello, sempre indirizzati alla prevenzione e repressione dei reati in genere e del rispetto delle prescrizioni conseguenti all’epidemia da coronavirus.

Sono stati infatti circa 80 le persone identificate e 60 i mezzi controllati dai servizi preventivi, che non hanno evidenziato particolari criticità, fatta eccezione per alcune sanzioni elevate per violazioni al codice della strada inerenti la sicurezza alla guida, con particolare riferimento all’uso delle cinture di sicurezza, l’uso telefono cellulare e delle norme comportamentali di carattere generale.

Sicuramente, fuori dal comune invece la situazione accertata nella serata di ieri dai Carabinieri della Stazione di San Giustino, che in una delle più popolose frazioni hanno sorpreso un giovane scorrazzare alla guida di una moto da enduro, senza targa e senza casco. Fermatolo immediatamente, è emerso che il mezzo era anche sprovvisto di assicurazione. Lo stesso giovane, un 21enne già noto ai Militari per alcune precedenti intemperanze, che non ha voluto fornire spiegazioni ai Carabinieri ed al cui controllo ha reagito con evidente insofferenza, all’esito di approfonditi accertamenti è risultato trovarsi sotto effetto di sostanze stupefacenti.

Numerose le sanzioni comminate al giovane per una cifra superiore ai 1.000 euro, oltre al ritiro della patente di guida, al sequestro del mezzo, ma soprattutto al deferimento alla magistratura per essersi messo alla guida dopo aver fatto uso di stupefacenti.

(22)

Share Button