La cooperazione umbra con nuovi progetti ed investimenti per la ripartenza. Lusetti: Durante la pandemia è cresciuta la fiducia degli italiani verso la cooperazione 

Perugia, 13 ottobre 2021 – Si è svolta a Perugia l’assemblea di metà mandato dei delegati Legacoop Umbria a cui ha partecipato il presidente nazionale di Legacoop Mauro LUSETTI ed il presidente regionale Dino RICCI. L’assemblea è stata l’occasione per fare un bilancio dopo quasi due anni di pandemia e le modalità con le quali le cooperative associate hanno reagito alla crisi ma anche e soprattutto per riflettere sul futuro del Paese partendo dal pacchetto di investimenti e riforme del PNRR.

Hanno aperto i lavori il Prof. Mattia GRANATA del Centro Studi Legacoop e il Prof. Alessandro HINNA dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata che hanno effettuato un’analisi di scenario riferito sia allo stato della cooperazione italiana ed umbre, con riferimento ai Bilanci 2020, sia alle potenzialità delle imprese cooperative nei progetti per la ripartenza in attuazione del PNRR e con l’obiettivo di costruire in Paese più ricco, inclusivo e sostenibile.

In particolare il Prof HINNA ha tenuto una relazione puntuale sugli obiettivi e le opportunità del PNRR Italia con riferimento sia agli strumenti economico finanziari sia alla strategia della transizione ecologica, digitale e alla crescita delle imprese e del Paese anche attraverso l’utilizzo del Partenariato Pubblico-Privato.

In Italia ed in Umbria nel 2020 la grande distribuzione organizzata ed il settore agroalimentare hanno fatto registrare performance positive nonostante il periodo di confinamento forzato, mentre le cooperative culturali, di alcuni ambiti dei servizi e le cooperative sociali sono le realtà maggiormente colpite dalle misure di contenimento della pandemia.

“Nella pandemia – afferma Dino Ricci, Presidente di Legacoop Umbria – la cooperazione umbra nel complesso ha tenuto, dimostrando ancora una volta come l’impresa cooperativa è più flessibile e resiliente rispetto a quella capitalistica. Nei prossimi mesi sarà prioritario per Legacoop Umbria lavorare per promuovere nuova cooperazione e per sostenere i percorsi di consolidamento delle cooperative esistenti. Per quanto riguarda la nuova cooperazione concentreremo gli sforzi dell’organizzazione sulle imprese recuperate in forma cooperativa che potranno nascere in seguito a crisi aziendali e sulla promozione delle cooperative di comunità. In entrambi i casi, negli ultimi anni, abbiamo ottenuto risultati incoraggianti. Siamo altresì impegnati insieme alle altre associazioni di categoria a condividere le propeste per la programmazione UE 2021-27 e per l’attuazione in Umbria di alcune misure del PNRR”.

“La pandemia ha reso evidente il ruolo della cooperazione in settori vitali della nostra economia come il welfare, l’agricoltura e la distribuzione commerciale – afferma Mauro Lusetti, Presidente di Legacoop Nazionale – in questi mesi è cresciuta la fiducia dei cittadini italiani nelle imprese cooperative. Questa fiducia ci carica di responsabilità: dovremo essere all’altezza delle sfide che attendono il Paese. Legacoop e le cooperative associate ce la stanno mettendo tutta per dare un contributo alla crescita del Paese”.

 

(19)

Share Button