Il 33enne è lo stesso che era già stato arrestato in flagranza per resistenza e lesioni a pubblico ufficiali e di recente aggrediva i passanti nel centro storico

Foligno, 13 ottobre 2021 – I Carabinieri di Foligno e la Polizia di Stato del locale Commissariato, hanno dato esecuzione all’ordinanza di aggravamento della misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Foligno, con quella più afflittiva degli arresti domiciliari nei confronti di un 33enne, di origine nordafricana, da tempo dimorante in città e già noto alle Forze dell’Ordine.

Nella mattinata del 10 ottobre 2021, infatti, Carabinieri e Polizia, in perfetta sinergia, hanno iniziato a ricercare il nordafricano, per poi individuarlo nel centro storico e condurlo, dopo le formalità di rito, presso il proprio domicilio.

Il provvedimento scaturisce da diverse segnalazioni inoltrate dai due organi di Polizia all’Autorità Giudiziaria, a seguito delle reiterate violazioni da parte dell’arrestato alla misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Foligno, precedentemente gravante nei suoi confronti.

Infatti, il soggetto in questione era già stato arrestato in flagranza per le ipotesi di reato di resistenza e lesioni a P.U. il 30 settembre u.s. da personale della Sezione Radiomobile, intervenuto in ausilio alla Volante del locale Commissariato; in quell’occasione, il nordafricano, in evidente stato di alterazione, stava aggredendo dei passanti, per poi colpire il personale delle suddette Forze di Polizia.

Dopo quell’arresto, il G.I.P. presso il Tribunale di Spoleto, oltre a convalidare l’operato di chi era intervenuto, aveva disposto la misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Foligno.

(8)

Share Button