All’Auditorium di Santa Caterina dal 25 al 31 ottobre. Ricavato all’associazione ‘Persefone’

Foligno, 23 ottobre 2021 – Un’intera settimana dedicata a Dante, attraverso una lettura drammatica con la presenza di cantori e musicisti: si terrà dal 25 al 31 ottobre all’Auditorium Santa Caterina lo spettacolo “Dante in Love, un amore eterno, da umano a divino”, curato dal regista Walter Cerquetti Lippi con il gruppo “Ad alta Voce”. Gli spettacoli, dal lunedì al venerdì, si terranno alle 20,30, per sabato e domenica l’appuntamento è alle 17,30. Il ricavato dell’incasso sarà devoluto all’associazione ‘Persefone’ per l’assistenza ai malati terminali.

L’evento – presentato in Comune – articolato in tre parti (Vita Nova, Purgatorio, Paradiso), propone, dopo l’introduzione sui canti della Divina Commedia scelti, la lettura dei dialoghi tra Dante – Beatrice – Virgilio con stacchi musicali di organo, liuto e arpa. Walter Cerquetti Lippi sottolinea che nello spettacolo si parla di “Beatrice e dell’amore che li legò fino a divinizzarsi poi, dopo la prematura morte di lei, a 24 anni”. Il regista, che ha realizzato uno spettacolo analogo in Australia, evidenzia che “Dante sia più di un sommo poeta: crediamo che sia soprattutto un grande profeta, forse il più grande che abbia mai scritto in rima: egli si esprime in volgare illustre e non in latino per essere compreso dalla gente semplice, anche illetterata. A lui preme che la sua missione profetica sia trasmessa ad ogni livello sociale”.

Anna Mollaioli, del consiglio direttivo dell’associazione Persefone, ha ricordato l’impegno dell’associazione “a tutto campo: a livello medico, sociale e spirituale. Noi offriamo supporto nel percorso terapeutico, in collaborazione con il servizio cure palliative della Usl e garantiamo il supporto psicologico ai pazienti e ai loro familiari. Forniamo presidi sanitari gratuiti a chi ne fa richiesta oltre ad organizzare corsi di formazione per i volontari e gli operatori dei servizi e convegni rivolti sia agli operatori che ai cittadini. I fondi per le nostre attività derivano da donazioni dei pazienti e dei loro familiari ma anche dal ricavato di alcuni eventi”.

(42)

Share Button