Un racconto fatto di emozioni, espressioni, sorrisi e sguardi che passa attraverso la storia di dodici donne

Perugia, 3 novembre 2021 – È stato presentato domenica 31 ottobre alla charity dinner organizzata da Un’idea per la vita Onlus, il calendario 2022 dell’associazione. Un racconto fatto di emozioni, espressioni, sorrisi e sguardi che passa attraverso la storia di dodici donne di età diverse, che credono nell’importanza della prevenzione o che hanno vinto la battaglia più grande della loro vita e che per l’occasione si sono messe in gioco per una nobile causa.

La prevenzione non ha età. È questo il grido che Un’idea per la vita Onlus vuole lanciare a tutte le donne. Un invito a prendersi cura di sé stesse ma anche un messaggio di speranza, per chi sta affrontando la malattia.

Il calendario fortemente voluto dalla presidente dell’associazione Laura Cartocci, che insieme a Ramona Morelli ne ha ideato il concept, è stato realizzato a settembre.

Lo shooting fotografico si è svolto presso Villa Fidelia di Spello, per gentile concessione della Provincia di Perugia che patrocina le iniziative della Onlus, unitamente al sostegno e alla vicinanza della consigliera Erika Borghesi.

Il calendario porta la firma creativa di Augusto Buzzeo, fotografo professionista delle celebri griffe umbre, che ha saputo cogliere il coraggio e la forza delle protagoniste e farne un monito. A occuparsi dello styling delle fotomodelle, la make up artist Simona Toni e la hair stylist Alba Asa. La post produzione delle foto e la grafica sono state affidate rispettivamente alla professionalità di Fabio Lupparelli e Filippo Manuali Designer, la stampa alla Legatoria Umbra che ha sostenuto il progetto.

La raccolta fondi attraverso il calendario di Un’idea per la vita è rivolta alla creazione della Banca della Parrucca. Un’iniziativa a sostegno delle donne che a seguito dei trattamenti chemioterapici, necessitano di una parrucca per riacquistare autostima e sicurezza in sé stesse e per ritornare alla socialità.

Un’idea per la vita Onlus opera da due anni nella regione Umbria. Grazie alle sue iniziative e all’attivismo dei suoi soci fondatori, è già un punto di riferimento per le donne del territorio.

(7)

Share Button