Il sindaco Liberti: “La storia elemento essenziale per interpretare il presente e programmare il futuro su basi solide e condivise”

Torgiano 6 novembre 2021 – Il sindaco Eridano Liberti e il vice sindaco Attilio Persia, insieme alla giunta, oggi in occasione della Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate,  hanno deposto una corona di alloro nei luoghi in cui sono presenti i monumenti ai caduti. Nel suo discorso il Sindaco Liberti ha voluto ricordare i caduti e i dispersi di tutte le guerre, l’Esercito e tutti i militari e le Forze dell’Ordine che quotidianamente, nelle nostre città o nelle missioni internazionali di pace all’estero, testimoniano i nostri valori e la nostra cultura, contribuendo a fare dell’Italia una delle nazioni guida dell’Europa e del mondo.

“Ancora oggi questa Festa significa infatti per tutti noi – continua il Sindaco di Torgiano -, accanto alla conclusione vittoriosa di uno sforzo bellico durissimo, anche la creazione per la prima volta di una vera e propria generazione di “italiani”, divenuti fratelli combattendo fianco a fianco nelle trincee, provenendo da ogni regione e da ogni ceto sociale.

La giornata di oggi intende anche sottolineare la necessità di non dimenticare il nostro passato, elemento essenziale per interpretare il presente e programmare il futuro su basi solide e condivise.

Noi abbiamo il dovere di conoscere la nostra storia, dobbiamo studiarla e divulgarla; avere memoria del passato e di quanto è costato costruire questa Nazione,  ci renderebbe certamente orgogliosi di essere italiani e ci porterebbe ad avere maggiore rispetto per il nostro paese, ad averne maggiore cura. In fine voglio ringraziare i presenti a questa celebrazione, a nome del Comune di Torgiano. Viva l’Esercito, viva le Forze Armate, viva la Repubblica, viva l’Italia!”

(13)

Share Button