Terni, 10 novembre 2021 – Venerdì 12 novembre, alle ore 16.30, presso la sala del Caffè Letterario della BCT, il Gruppo Archeologico DLF Terni, si svolgerà il secondo straordinario  appuntamento mensile della stagione culturale (recentemente iniziata), che propone un tema intriso di mistero.

La Prof. Lucia Maria Tanas, profonda ed affascinante  conoscitrice del territorio  sardo,  terra d’elezione di un élite eroica e guerriera, ci proietterà nella sua cultura fuori dal tempo, esponendoci un tema  ancora avvolto dal mistero, la cui unicità e grandiosità si riveleranno sconcertanti: “I giganti di mont’e Prama: il fascino di un mistero di pietra”, riferendosi a quelle statue definite impropriamente “Giganti” per la loro imponenza, tanto da rappresentare gli unici esempi di statuaria in pietra del periodo nuragico, nonché uno dei più antichi esempi di statuaria nell’ambito  del Mediterraneo.

Tali “colossi” incarnano un glorioso passato, maestosa e ‘viva’ espressione della civiltà forte e duratura di una terra: provengono dall’area archeologica di Mont’e Prama, la più importante necropoli nuragica, vero sepolcro di eroi, fatti quindi sistematicamente a pezzi e incendiati nel IX a. C., tanto da cancellare la memoria di quella civiltà ancora indecifrabile.  Tuttora, rappresentano un enigma che mobilita gli studiosi ed affascina i visitatori, dimostrandoci ancora una volta, come la pietra possa diventare talmente immortale da eternare la memoria.

(22)

Share Button