Si conclude, con la musica popolare quale filo conduttore degli eventi in programma, la 60ª edizione L’Oro di Spello – Festa dell’Olivo e Sagra della Bruschetta

Spello, 19 novembre 2021 – Con la “Festa della Benfinita” si concluderà domenica 21 novembre la sessantesima edizione de L’Oro di Spello – Festa dell’Olivo e Sagra della Bruschetta promossa dal Comune di Spello in collaborazione con la Pro Loco Spello. Nello spirito della tradizione, la musica popolare sarà il filo conduttore degli eventi della giornata: grazie alla collaborazione delle Associazioni locali e di Sonidumbra, l’iniziativa si configura come la prima rassegna di musica tradizionale umbra.

A Spello arriveranno diversi gruppi musicali umbri impegnati nel mantenere ancora vive le diverse identità locali. Si inizia la mattina alle ore 10 nell’Auditorium CeSAB, sede dell’Ensemble Micrologus – Chiesa di S. Maria della Consolazione di Prato in Via Fonte del Mastro II con Canta la Tradizione, il laboratorio di canto con ballate, stornelli, storie legate alla raccolta delle olive nel territorio di Spello a cura di Barbara Bucci. Seguirà nella Sala Prampolini della Pro Loco in Piazza Giacomo Matteotti Suona con noi, il laboratorio di strumenti della tradizione con repertori tradizionali, tecniche di accompagnamento, a cura di Marco Baccarelli – Gabriele Russo. Entrambe le iniziative sono a cura di Sonidumbria e di Ensemble Micrologus (per info e prenotazioni: 3478914556) e si concluderanno alle 12 in piazza della Repubblica con la Banda Bisunta, che vedrà l’esibizione di tutti i partecipanti ai corsi vocali-strumentali.

Nelle vie del centro storico sempre a partire dalle ore 10 sarà possibile ammirare l’Esposizione carri della frasca, allestimenti e scene di vita popolare curata dalle Associazioni del territorio: Terziere Porta Chiusa, Gruppo Ricreativo Santa Luciola, Comitato per Capitan Loreto, Centro Sociale San Felice e Associazione Ombrikos. Nell’atrio del palazzo Comunale sarà allestita la mostra fotografica 60 anni di Festa della Bruschetta a cura del Circolo Cine Foto Amatori Hispellum e nell’atrio della Volta il Mercatino dei prodotti tipici del Monte Subasio.

 Da non perdere a partire dalle ore 15 nel centro storico Canti e balli della tradizione umbra; le vie di Spello saranno allietate dai canti tradizionali, stornelli e saltarello accompagnati dal suono dell’organetto per festeggiare la “benfinita” della raccolta delle olive con la partecipazione di vari gruppi di musica tradizionale umbra: I Maggiarini – Valtopina, Canto Popolare – Giano dell’Umbria, Antichi Sapori Umbri – Gualdo Tadino, Luigi Cimarelli & Amici con La Marmellata di More – Spello.

Nel rispetto delle attuali normative la caratteristica Sfilata dei Carri abbelliti dalle frasche dell’olivo, la “sfilata delle frasche”, sarà sostituita dall’esposizione dei carri delle frasche che, insieme alle scene di vita contadina, costituiranno delle installazioni di arte popolare da ammirare e “visitare” in sicurezza – commenta l’assessora alla cultura e al turismo Irene Falcinelli -; in occasione dei 60 anni della manifestazione abbiamo pensato di valorizzare con più forza l’importanza delle rievocazioni convogliando a Spello i gruppi musicali che mantengono vive le tradizioni popolari e contadine dando così vita alla prima rassegna di musica tradizionale umbra”.

 

(40)

Share Button