Perugia come New York, Shangai, Oslo, grazie alla partnership con Barlozzini Interiors. Nato a Montegabbione 60 anni fa, Barlozzini (show room anche a Orvieto e Perugia)  è punto di riferimento nel design per l’arredamento d’interni grazie a qualità e sinergie  anche internazionali che solo pochi rivenditori in Italia possono vantare

PERUGIA , 20 novembre 2021 – Boffi|DePadova, network leader nell’alto design per arredamento di interni ed espressione del made in Italy al 100%, inaugura una nuovo show room in Italia. E per farlo ha pensato a Perugia dove la partnership con Barlozzini Interiors dà vita all’apertura del nuovo Boffi Studio, primo in Italia.

Lo spazio, in via Briganti al civico 99, di 300 mq è pensato per fondere i sistemi Boffi, gli arredi contemporanei De Padova, e le collezione Time & Style ēdition, l’ultima nata dalla partnership con l’azienda giapponese Time & Style.

Un mood iconico, racchiuso in una struttura dal sapore metropolitano dove i toni informali del grigio antracite e dell’acciaio sovrastano il layout per incorniciare le forme, i colori, gli accostamenti ed i materiali scelti dalla direzione artistica Boffi|DePadova.

Il CEO Roberto Gavazzi intervenuto a Perugia all’inaugurazione, davanti a una platea di oltre 70 progettisti umbri, ha definito questa iniziativa “l’ulteriore conferma di come la realtà Boffi|DePadova sappia miscelare elementi con filosofie differenti e punti di vista eterogenei, ritrovandosi in un unico grande progetto”.

“Con il flagship store Boffi|DePadova a Perugia – continua Gavazzi – apriamo una vetrina in Umbria. Nel nostro concept di internazionalizzazione non c‘è solo l’intento di un’espansione esclusivamente numerica, ma il desiderio di far conoscere con orgoglio il nostro savoir-faire, quelle commistioni tra mondi differenti che sanno coesistere: sistemi cucine e bagni si legano agli arredi più prestigiosi, alle strutture più innovative”.

A Perugia quindi prende vita lo stesso negozio Boffi, con format identico, che si può ad esempio trovare anche a New York, Tokyo, Shangai o Oslo. Con L’apertura del Boffi Studio di Perugia Barlozzini Interiors consolida così la sua presenza nella città di Perugia di oltre 40 anni e il suo storico rapporto con l’azienda Boffi.

Iniziata nell’immediato dopoguerra a Montegabbione, dove solo parlare di design era impensabile, l’attività di Barlozzini Interiors da Giuseppe Barlozzini (92enne ancora attivo) si è sviluppata grazie alla dedizione e passione di Andrea e Antonella Barlozzini e del loro staff di progettisti e collaboratori.

Oggi è presente nel panorama regionale e nazionale con tre show room: Montegabbione, Orvieto e Perugia con il Boffi Studio.

È quindi una realtà di riferimento in Umbria e in Italia per la qualità e le sinergie anche internazionali che solo pochi rivenditori in Italia possono vantare. Ed ha inoltre una clientela che al 50% è internazionale, con persone che hanno una seconda residenza in Umbria e in Italia, con legami anche con tutti gli studi di progettazione.

Design che – sono convinti da sempre da Barlozzini – è soprattutto forma di cultura e d’arte, un modo per affrontare oggi anche la tematica della sostenibilità. Per questo motivo vengono organizzati anche meeting e presentazioni pensate per il mondo progettisti e non solo, ma anche mostre d’arte.

Ad inizio 2022 è in programma, infatti, un’esposizione nel punto vendita di Orvieto con una installazione a cura dell’azienda di design Edra, leader per il settore dei divani che ha allestito anche Casa Italia a Tokyo, importanti gallerie d’arte contemporanea e musei, oltre ad aver fatto lavori per il Vaticano e il Quirinale.

Ma altri sono gli appuntamenti in programma: tra marzo e aprile si terrà un incontro a Montegabbione con al centro il tema della sostenibilità, soprattutto in campo alimentare. Attraverso un partner americano di elettrodomestici e un noto chef come ospite che sarà svelato più avanti.

Barlozzini, infine, guarda anche al centro storico di Perugia. Tra gli obiettivi, infatti, c’è anche quello di arrivare fino al cuore del capoluogo umbro con l’apertura di uno show room nel “salotto” della città.

 

 

 

(17)

Share Button