I Carabinieri hannoanche  deferito alla Procura della Repubblica per il reato di “maltrattamenti in famiglia” un giovane del posto

Terni, 28 novembre 2021 – L’impegno dei Carabinieri della provincia di Terni nel contrastare i reati diretti contro le fasce deboli, ai fini della tutela delle persone vittime di violenza di genere, prosegue incessante anche quando le luci dell’attenzione dettata dalla giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne si affievoliscono. Ed è così che nella sola giornata di ieri, in due distinte operazioni di servizio, i militari hanno deferito alla competente Procura della Repubblica del capoluogo umbro due persone, delle quali una è stata tratta in arresto in esecuzione di un provvedimento cautelare.

  • Nel corso della mattinata i Carabinieri di Terni procedevano a deferire in stato di libertà alla Procura della Repubblica per il reato di “maltrattamenti in famiglia” un giovane del posto, già noto alle Forze dell’ordine, per essersi reso responsabile di numerosi episodi di maltrattamenti in danno di una anziana parente finalizzati all’ottenimento di denaro.
  • Nel pomeriggio invece, a Narni, personale del locale Comando Stazione Carabinieri ha tratto in arresto, in esecuzione di un provvedimento di sottoposizione agli arresti domiciliari emesso dal Tribunale di Terni, un uomo del posto 30enne; l’uomo, malgrado fosse già sottoposto al regime dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria per il reato di “atti persecutori” nei confronti dell’ex convivente, si è respo responsabile di varie violazioni rilevate dai militari del locale Comando Stazione Carabinieri e puntualmente comunicate all’Autorità Giudiziaria competente, la quale ne ha ordinato l’aggravamento della posizione disponendo gli arresti domiciliari.

(11)

Share Button