In cattedra il Prof Mario Polia, colonna del sapere locale e non solo, tra le voci più autorevoli della cultura tradizionale italiana

Terni, 29 novembre 2021 – Venerdì 3 dicembre p.v. alle ore 16.30, presso la sala del Caffè Letterario della BCT, il Gruppo Archeologico DLF Terni, Vi invita ad uno dei suoi sorprendenti  incontri  mensili: “La lamina plumbea di Leonessa, nuovi dati sul fiume Nar “ tenuto dal Prof Mario Polia, colonna del sapere locale e non solo, tra le voci più autorevoli della cultura tradizionale italiana, archeologo, antropologo ed etnografo, nonché specialista in antropologia religiosa e storia delle religioni, direttore del Museo Demo-Antropologico di Leonessa. Sua anche la direzione in Perù di un programma di ricerca sulle tradizioni indigene e sullo sciamanesimo andino.

Ci svelerà dati importanti ed inediti che dovrebbero essere noti non solo agli specialisti, come l’importanza della storia di Leonessa con tombe risalenti a 3000 anni che dimostrano come tale territorio sia vivo da millenni, crocevia di molteplici popolazioni e civiltà, nonché illustrerà i risultati delle sue ultime ricerche archeologiche e linguistiche riguardanti il corso d’acqua tributario del Nera, il Corno, che nasce dai monti di Leonessa.  Dai documenti epigrafici si evince come l’antico nome del fiume era Nar / Ner, attuale nome del Nera, da cui deriva il nome “Narnate” che, fino al XIII secolo, designava l’altopiano leonessano. Gli altri due nomi, “Corno” e  “Tascino” sono anch’essi pre-latini e appartengono al sostrato linguistico paleo-umbro di derivazione indoeuropea.

Eccezionale affabulatore dal “multiforme ingegno”, ci coinvolgerà in un incontro appassionato ed  imperdibile, dalle  novità particolari ed importanti, così da trasportarci verso un mondo inimmaginato, attraverso luoghi fascinosi e sconosciuti, volando su sentieri tracciati attraverso millenni dalla saggezza popolare, tra miti e leggende, tra quei saperi arcaici che hanno nutrito e nutrono ancora  alcuni popoli.

(13)

Share Button