All’uomo il giudice aveva ordsinato il “divieto di avvicinamento alla persona offesa”

Citerna, 30 novembre 2021 – I Carabinieri della Stazione di Citerna, nei giorni scorsi hanno dato esecuzione ad un provvedimento di “divieto di avvicinamento alla persona offesa” a carico di un 60enne, cittadino extracomunitario, da tempo residente a Citerna.

Il provvedimento restrittivo emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Perugia, è conseguito alla notizia di reato trasmessa dai Carabinieri della Stazione di Citerna all’Autorità Giudiziaria, in conseguenza di una denuncia presentata dalla moglie del reo, stanca di presunti continui maltrattamenti talvolta sfociati anche in lesioni, subìti ad opera del marito.

La donna, infatti, temendo per la sua incolumità, si era già trasferita con i figli presso l’abitazione di un’amica ma alcuni giorni fa, recatasi presso la residenza coniugale per prelevare degli effetti personali, aveva incontrato il marito che, ancora una volta in stato di alterazione psicofisica dovuta, asseritamente, all’abuso di sostanze alcoliche, si sarebbe scagliato contro di lei cagionandole lesioni personali giudicate guaribili in giorni sei dal pronto soccorso dell’ospedale civile di Città di Castello.

Il provvedimento imposto all’uomo, comporta il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla moglie per una distanza di duecento metri e il divieto di comunicare con lei attraverso qualsiasi mezzo.

 

 

(9)

Share Button