I tre ragazzi, di età compresa tra i 22 e i 25 anni, nelle prime ore della mattina del 27 novembre scorso, in evidente stato di alterazione per abuso di alcool, avrebbero aggredito, per futili motivi indue uomini mentre stava caricando il furgone per iniziare le consegne

Perugia, 30 novembre 2021 – Nella giornata del 28 novembre scorso, i Carabinieri della Stazione di Ponte San Giovanni (Perugia), al termine di un’attività di indagine “lampo”, hanno deferito in stato di libertà, per l’ipotesi dei reati di lesioni personali e danneggiamento aggravato tre cittadini perugini, di età compresa tra i 22 e i 25 anni, residenti in provincia di Perugia, due dei quali di origini nord africane, già noti all’Arma dei Carabinieri.

In particolare, le investigazioni scaturite da una denuncia-querela presentata il giorno stesso dai titolari di una nota pasticceria della zona di Ponte San Giovanni, condotte senza soluzione di continuità, anche mediante riscontri testimoniali dei presenti, hanno permesso di raccogliere, in tempi brevissimi, grazie alla conoscenza del territorio dei militari della locale stazione e ad un’ottima sinergia con gli altri reparti della Compagnia di Perugia, gravi e concordanti indizi di colpevolezza a carico dei tre soggetti.

Nella circostanza, i tre ragazzi, nelle prime ore della mattina del 27 novembre 2021, in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all’abuso di alcool, avrebbero aggredito, per futili motivi, un dipendente e il titolare di un laboratorio-pasticceria. Quest’ultimo, mentre stava caricando il furgone per iniziare le consegne, ha notato al posto di guida del mezzo uno dei tre giovani, al quale avrebbe chiesto di scendere. Per tutta risposta il ragazzo, coadiuvato dagli altri due, ha iniziato ad aggredire il titolare e un dipendente arrivato in soccorso di quest’ultimo.

I tre giovani, vista la resistenza delle due vittime, brandendo un bastone e un piede di porco, presi dall’interno della vettura a loro in uso, hanno, dapprima, colpito varie volte i due malcapitati e successivamente danneggiato il mezzo di proprietà della pasticceria, per poi allontanarsi a tutta velocità a bordo della loro auto, facendo perdere le proprie tracce.

Fuga che però, grazie al fiuto investigativo e alla professionalità dei Carabinieri della Stazione di Ponte San Giovanni, attivatisi nell’immediatezza, ha avuto una durata limitata. In meno di 24 ore, infatti, i militari sono riusciti a rintracciare i tre e a deferirli all’Autorità Giudiziaria.

Le due vittime, ricorse alle cure presso il pronto soccorso del locale nosocomio “Santa Maria della Misericordia”, sono state fortunatamente dimesse, anche se giudicate guaribili, la prima in 30 giorni e l’altra in una settimana.

 

(4)

Share Button