La storia trascina il pubblico nella Napoli di quasi 40 anni fa raccontando una città misera, sconsolata e popolata di personaggi palpitanti

Foligno, 2 dicembre 2021 – Alessandro Gassmann dirige l’attore Daniele Russo nella riscrittura di FRONTE DEL PORTO, il capolavoro cinematografico di Elia Kazan con Marlon Brando, vincitore di otto Oscar nel 1954.

Lo spettacolo, in scena al Politeama Clarici di Foligno giovedì 9 dicembre alle 21 e al Teatro Morlacchi di Perugia nel weekend dal 10 al 12 dicembre (venerdì alle 21, sabato alle 18 e domenica alle 17), trascina il pubblico nella Napoli di quasi 40 anni fa raccontando una città misera, sconsolata e popolata di personaggi palpitanti, nell’adattamento di Enrico Ianniello che, in equilibrio tra teatro cinema e letteratura, traduce per la scena la storia di sopruso mafioso ispirata all’omonima opera di Budd Schulberg con Stan Silverman.

I colori della moda sono sgargianti, la sonorità è quella dei film dell’epoca e il cast di 12 attori straordinari, Emanuele Maria Basso, Renato Bisogni, Antimo Casertano, Antonio D’Avino, Sergio Del Prete, Francesca De Nicolais, Ernesto Lama, Biagio Musella, Manuel Severino, Pierluigi Tortora e Bruno Tràmice, compongono una storia corale dalla forte carica emotiva e sociale, fatta di relazioni intense e rabbiose e di atmosfere cariche di suspance.

“Credo che in questo momento in questo paese non ci sia storia più urgente da raccontare di Fronte del Porto – afferma Gassmann – Una comunità di onesti lavoratori sottopagati e vessati dalla malavita organizzata, trova attraverso il coraggio di un uomo, la forza di rialzare la testa e fare un passo verso la legalità, la giustizia, la libertà. Ho chiesto ad Enrico Ianniello di spostare l’azione originariamente ambientata negli Stati Uniti degli anni 50, in una Napoli degli anni 80, dove la camorra era organizzata e presente tra gli operai del porto industriale. Abbiamo ricostruito la vita del porto, le vite degli operai, i loro aguzzini, attaccandoci ai suoni, ai rumori, ai profumi e alla lingua di questa città. Cerco sempre di ricostruire mondi credibili nei miei spettacoli, pensando ad ogni tipo di pubblico, nella convinzione che ora come non mai il teatro debba essere arte popolare, di difficile esecuzione ma di semplice fruizione.”

Per accedere a teatro è necessario il Green Pass.

Si può prenotare telefonicamente, al Botteghino Telefonico Regionale del Teatro Stabile dell’Umbria 075/57542222, tutti i giorni feriali, dalle 16 alle 20. I biglietti prenotati vanno ritirati mezz’ora prima dello spettacolo, altrimenti vengono rimessi in vendita.

La prevendita dei biglietti viene effettuata a Perugia, dal lunedì al venerdì, dalle 10,30 alle 14, presso il Botteghino di Piazzale del Bove via Campo di Marte, 95, tel.393/9139922 e al botteghino del teatro Morlacchi, 0755722555, dal lunedì al venerdì dalle 10,30 alle 14 e dalle 17 alle 20, il sabato dalle 17 alle 20.

E’ possibile acquistare i biglietti anche on-line sul sito del Teatro Stabile dell’Umbria www.teatrostabile.umbria.it.

(80)

Share Button