Domenica 5 dicembre, ore 17,  all’auditorium san Domenico, concerto di chiusura. Per l’ultimo appuntamento un volume commissionato dalla stessa Associazione e un concerto dedicati a Dante nei 700 anni della morte con musica del compositore perugino Francesco Morlacchi che al poeta dedicò tre composizioni

Foligno, 3 dicembre 2021 – Cala il sipario sulla 40esima Stagione concertistica degli Amici della Musica di Foligno. All’evento di chiusura l’associazione arriva dopo un’insolita e intensa programmazione concentrata, causa Covid, da giugno a dicembre. Sei mesi per 20 concerti di cui l’ultimo in cartellone domenica 5 dicembre, ore 17, all’Auditorium San Domenico dal titolo “Quando fui desto innanzi la dimane. Il Dante in musica di Francesco Motrlacchi”.

Uno speciale appuntamento che si muoverà tra editoria e musica, dedicato ai 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, poeta della celebre Comedia – poi divenuta Divina – che lega la sua storia anche alla città di Foligno dove nel 1472 l’opera venne data per la prima volta alle stampe. Così per Dante, nei suoi quaranta anni dalla Fondazione, l’Associazione musicale folignate ha intrapreso un progetto editoriale pubblicando, per i tipi della Morlacchi Editore U.P., il volume “Morlacchiana 2. Il Dante in musica di Francesco Morlacchi” a cura di Biancamaria Brumana.

Dante e Morlacchi, noto compositore perugino dell’Ottocento, saranno quindi i grandi protagonisti al San Domenico che ospiterà la presentazione del volume e a seguire la musica, con una prima esecuzione in tempi moderni della Cantata del conte Ugolino per soprano e quartetto d’archi (1805) di Morlacchi, proposta in collaborazione con Epos Teatro e affidata alla straordinaria voce della soprano Lucia Napoli e al Quartetto Ad Libitum (Carmine Scarpati violino Francesco Lamanna violino Paolo Messa viola Giuseppe Grassi violoncello).

Prima del concerto saranno Biancamaria Brumana e Galliano Ciliberti, moderati da Roberto Segatori, a illustrare la pubblicazione che raccoglie saggi e spartiti del compositore umbro. Francesco Morlacchi scrisse tre composizioni ispirate a Dante Alighieri, di cui due sono ancora inedite. Un repertorio raro e prezioso che intende inserire le composizioni di Morlacchi nel quadro della fortuna ottocentesca di Dante. In particolare le pagine accolgono i facsimili degli autografi del compositore conservati in archivi e biblioteche dell’Umbria, i relativi studi storico-musicali, nonché l’edizione critica delle composizioni.

Poi la musica prenderà il posto delle parole con un concerto raro e prezioso, un omaggio nei 40 anni dell’Associazione a Dante e Morlacchi e al loro ideale incontro in terra d’Umbria. Quanto al libro sarà donato in chiusura di serata a tutti i soci degli Amici della Musica.

Per il concerto è richiesto green pass.

(17)

Share Button