Giorgio Massoli e i suoi 4 amici lanciano una nuova iniziativa per una scuola più inclusiva. Si parte il 19 dicembre

Perugia, 4 dicembre 2021 – I protagonisti di “Umbria Coast to Coast – Popy on the Road” sono pronti a fare il prossimo passo verso un futuro migliore per i ragazzi disabili e le loro famiglie.

Giorgio Massoli, papà di Caterina, detta Popy, una bimba di otto anni nata con una rarissima mutazione genetica, diventata il simbolo e la portavoce di tutte le persone con disabilità, continuerà, insieme ai suoi quattro amici, a dare voce a tutti i bambini disabili con una nuova avventura. Un viaggio di quattro giorni che prenderà il via il 19 dicembre da Perugia, precisamente da Ramazzano Le Pulci dove abita la piccola Popy, e si concluderà a Roma con la presentazione di una nuova Dichiarazione di Intenti ai rappresentanti del Governo.

A raccontarlo, a ridosso della “Giornata internazionale delle persone con disabilità”, è lo stesso ideatore dell’iniziativa che sottolinea il desiderio di ‘andare più lontano’. “C’è bisogno di qualcosa di più – dice Massoli – per supportare il diritto naturale ad essere felici di tanti bambini. Così abbiamo pensato a una nuova iniziativa, legata a quella passata, per continuare a dare la giusta attenzione al mondo della disabilità e in particolare a una problematica specifica del mondo della scuola, che più volte ci è stata sollevata durante l’Umbria Coast to Coast. Sto parlando della necessità di assicurare la continuità dell’insegnamento lungo tutto il percorso di studi di una persona con disabilità, perlomeno all’interno dello stesso ciclo di istruzione. Una continuità che si concretizza nella persona dell’insegnante di sostegno, che deve avere una formazione adeguata perché è un punto di riferimento e una guida importante per lo studente con disabilità. Purtroppo, invece, quello che succede oggi è che per la maggior parte dei ragazzi disabili l’insegnante cambia ogni anno. Questo è un problema che ho vissuto e vivo anch’io con mia figlia, proprio come tante altre famiglie. Chi intende lavorare con ragazzi ‘speciali’ deve farlo perché lo considera la propria missione”.

L’iniziativa “POPY on the ROAD… to ROME” è sponsorizzata e realizzata in collaborazione con la FISH Onlus (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), tantoché il presidente Vincenzo Falabella aspetterà nella Capitale l’arrivo di Giorgio, Federico, Lorenzo, Marco e Massimiliano, e con loro raggiungerà la destinazione finale, ovvero la sede del Ministero dell’Istruzione.

“Viaggerà con noi – aggiunge Massoli – anche l’avvocato Massimo Rolla, che da anni dedica la sua attività ad aiutare le persone disabili. A Roma ci incontreremo con il presidente Falabella e tutti insieme andremo dal Sottosegretario Rossano Sasso, con delega alla disabilità. In questo incontro consegneremo la nostra Dichiarazione di Intenti per chiedere al Governo di impegnarsi ad adottare, in un tempo ristretto, un’apposita legge per giungere alla separazione delle carriere degli insegnanti, tra sostegno e curriculari”.

(10)

Share Button