Domani a Perugia iniziativa pubblica per illustrarne le ragioni  

Perugia, 14 dicembre 2021 – Lo sciopero generale convocato da Cgil e Uil è giusto e fondato su solide ragioni, per questo come Sinistra Italiana Umbria lo sosteniamo e parteciperemo alla manifestazione di giovedì 16 dicembre a Roma.
In Italia l’80% dei lavoratori dipendenti e dei pensionati (rispettivamente 22,5 e 16 milioni di persone) hanno un reddito inferiore ai 28mila € e con l’attuale riforma dell’Irpef riceveranno meno di chi ha un reddito doppio o triplo.
Non c’è solo la riforma dell’irpef sbagliata, ma più in generale mancano del tutto politiche adeguate per il lavoro (a partire dalle norme contro le delocalizzazioni), per le pensioni e per l’istruzione, e non c’è nulla contro l’evasione fiscale, contro la povertà e più in generale contro le diseguaglianze.
Un governo nato per gestire l’emergenza non dovrebbe mai dimenticare che, subito dopo quella pandemica, l’emergenza prioritaria è quella sociale: disoccupazione, salari troppo bassi, redditi in picchiata, giovani costretti a scappare.
In Umbria inoltre vi è una doppia ragione per scioperare e manifestare: l’economia regionale non solo arranca come nel resto d’Italia, ma è sprofondata nelle classifiche: siamo – come riportato in recenti analisi anche dal Sole 24 Ore – la regione che più di ogni altra perde quote importanti di reddito pro-capite.
Il Governo regionale non fa nulla, e non ha idea di come riprogettare lo sviluppo dentro i grandi cambiamenti dell’economia mondiale in corso.
Dobbiamo rassegnarci al declino e all’ingiustizia?
Per noi al contrario è importante agire per cambiare le cose, come stiamo facendo sostenendo lo sciopero e invitando tutti a firmare per una patrimoniale sulle grandi ricchezze  al sito www.ngtax.it.
Di tutto questo discuteremo domani alle ore 18.30 al Teatro Bicini a Perugia con Vincenzo Sgalla (Segretario regionale CGIL Umbria), Maurizio Molinari (Segretario regionale UIL Umbria), Elisabetta Piccolotti (Segreteria Nazionale SI) e Giovanni Paglia (Responsabile Economia, Segreteria Nazionale SI) 
 
L’iniziativa è pubblica e aperta a tutti coloro che sono interessati. 

 

(3)

Share Button