Perugia, 21 dicembre 2021 – Ampliare lo sguardo sul panorama della creazione artistica presentando le nuove e diverse forme di linguaggio della danza, coinvolgendo con azioni concrete il pubblico, soprattutto quello dei più giovani. Questo è l’intento de LA DANZA DEL GIOVEDÌ, il nuovo progetto del Teatro Stabile dell’Umbria che, con il prezioso sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, propone una serie di appuntamenti legati al mondo della danza, dal mese di dicembre 2021 e per tutto il corso del 2022 al Teatro Morlacchi di Perugia.

In programma cinque spettacoli di importanti coreografi italiani, di rilievo nazionale e internazionale, da sempre impegnati nella ricerca di nuovi linguaggi artistici e protagonisti della nuova scena: Silvia Gribaudi (Premio Hystrio-CORPO a CORPO 2021), Ginevra Panzetti ed Enrico Ticconi (Premio Danza&Danza come coreografi emergenti 2019), Virgilio Sieni (tre volte il premio UBU e Direttore della Biennale Danza dal 2013 al 2016), Cristina Kristal Rizzo (Premio Danza&Danza come miglior produzione italiana nel 2020), Claudia Castellucci (Leone d’argento alla Biennale Danza 2020); e ancora, laboratori e incontri con i coreografi ospiti e con alcuni dei più interessanti danzatori e autori umbri, attivi e riconosciuti in ambito nazionale. Un vero e proprio viaggio attraverso la danza contemporanea, dedicato all’incontro e al dialogo con gli spettatori e rivolto in particolare agli studenti degli istituti superiori, delle università e delle accademie di Perugia, i quali avranno la possibilità di partecipare agli spettacoli con biglietti agevolati, al costo simbolico di 1 euro.

“Viviamo un periodo in cui è difficile valutare le reali conseguenze di questa emergenza sanitaria sul piano delle relazioni, soprattutto quando si parla delle nuove generazioni – le parole del Direttore del Teatro Stabile dell’Umbria Nino Marino – Una nuova scommessa: far partire un progetto legato alla disciplina artistica che si occupa da sempre del rapporto tra corpi, stimolando attivamente la partecipazione anche attraverso laboratori pratici”.

“La Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia – afferma la Presidente Cristina Colaiacovo – ha sempre mantenuto il suo sostegno alla cultura, fondamentale per rafforzare i legami di comunità e generare sviluppo in una prospettiva di crescita sostenibile e di inclusione sociale. Abbiamo imparato ad adeguarci ai cambiamenti, e il fatto che una eccellenza del nostro territorio qual è il Teatro Stabile dell’Umbria abbia continuato ad operare nonostante le difficoltà mettendo in cantiere un programma come La danza dei giovedì, è un segnale tangibile di come la cultura si sia riorganizzata senza mai arrendersi alle difficoltà. La nostra Fondazione sostiene questo progetto soprattutto per il suo valore educativo, perché intende stimolare il coinvolgimento degli spettatori – in particolar modo di giovani, giovanissimi e fasce fragili – offendo loro la possibilità di partecipare ad attività laboratoriali e di usufruire di ingressi agevolati agli spettacoli”.

GLI SPETTACOLI.

Dopo l’anteprima del 18 novembre con lo spettacolo FOLK-S will you still love me tomorrow? di Alessandro Sciarroni (Leone d’Oro per la Danza alla Biennale di Venezia 2019), la rassegna entra nel vivo a partire da mercoledì 29 e giovedì 30 dicembre con GRACES di Silvia Gribaudi, spettacolo vincitore del premio Danza&Danza come Produzione italiana dell’anno nel 2019. Silvia Gribaudi, artista e coreografa italiana, negli si è interrogata sugli stereotipi di genere, sull’identità del femminile e sul concetto di virtuosismo nella danza e nel vivere quotidiano, andando oltre la forma apparente, cercando la leggerezza, l’ironia e lo humour nelle trasformazioni fisiche, nell’invecchiamento e nell’ammorbidirsi dei corpi in dialogo col tempo. I suoi lavori sono stati presentati in molti importanti contesti sia nazionali che internazionali.

Giovedì 20 gennaio il duo artistico composto da Ginevra Panzetti ed Enrico Ticconi porta in scena ARA! ARA! La loro ricerca si sviluppa nell’ambito della danza, la performance e l’arte visiva. Nonostante la giovane età si sono già imposti sul panorama europeo e hanno ottenuto numerosi riconoscimenti. Nel 2019 vincono il Premio Hermès Danza Triennale Milano e vengono nominati “Talento dell’anno” dalla rivista tedesca Tanz – Zeitschrift für Ballet Tanz und Performance.

Venerdì 11 e sabato 12 febbraio è la volta di LA NATURA DELLE COSE di Virgilio Sieni, uno dei più significativi danzatori e coreografi viventi, artista attivo in ambito internazionale per le massime istituzioni teatrali, musicali, fondazioni d’arte e musei. La sua ricerca si fonda sull’idea di corpo come luogo di accoglienza delle diversità e come spazio per sviluppare la complessità del gesto. Gli è stato assegnato per tre volte il premio UBU (2000, 2003, 2011); nel 2011 il premio Lo Straniero, nel 2013 è stato nominato Chevalier de l’Ordre des Arts et de Lettres dal Ministro della cultura francese e dal 2013 al 2016 è stato Direttore della Biennale Danza.

Giovedì 17 marzo va in scena lo spettacolo TOCCARE the white dance di Cristina Kristal Rizzo, dancemaker attiva sulla scena della danza contemporanea italiana a partire dai primi anni 90. La sua ricerca si impronta su una riflessione teorica dal forte impatto dinamico tesa a rigenerare l’atto di creazione stesso e ad aprire riflessioni sul tempo presente. Attualmente una delle principali realtà coreografiche italiane è ospitata nei più importanti festival della nuova scena internazionale.

L’ultimo appuntamento del progetto è giovedì 7 aprile con VERSO LA SPECIE di Claudia Castellucci. Drammaturga, coreografa e didatta, la Castellucci fonda con il fratello Romeo, Chiara Guidi e Paolo Guidi la Societas Raffaello Sanzio, una delle più significative compagnie italiane riconosciute a livello mondiale. La propria ricerca metrica e melodica l’ha portata a scrivere numerosi testi drammatici e lirici, e la ricerca sul movimento a fondare diverse Scuole votate al movimento ritmico.

Per accedere a teatro è necessario il Super Green Pass.

Si può prenotare telefonicamente, al Botteghino Telefonico Regionale del Teatro Stabile dell’Umbria 075 57542222, tutti i giorni feriali, dalle 16 alle 20. I biglietti prenotati vanno ritirati mezz’ora prima dello spettacolo, altrimenti vengono rimessi in vendita.

La prevendita dei biglietti viene effettuata, dal lunedì al venerdì, dalle 10.30 alle 14, presso Botteghino Piazzale del Bove via Campo di Marte, 95, tel. 393 9139922 e al botteghino del teatro Morlacchi di Perugia, 075 5722555, dal lunedì al venerdì dalle 10.30 alle 14 e dalle 17 alle 20, il sabato dalle 17 alle 20.

È possibile acquistare i biglietti anche on-line sul sito del Teatro Stabile dell’Umbria www.teatrostabile.umbria.it.

 

 

 

(25)

Share Button