La raccolta differenziata tocca  il 92 per cento e il Comune annuncia la volontà di proseguire il percorso verso la riduzione dei rifiuti

CALVI DELL’UMBRIA, 28 dicembre 2021 – Tocca quota 92 per cento la raccolta differenziata annuale a Calvi dell’Umbria. Lo rende noto l’amministrazione comunale che esprime soddisfazione per il risultato raggiunto e ringrazia i cittadini per l’attenzione posta ai temi dell’ambiente.

“Questo risultato – dichiara l’assessore alle politiche ambientali Sandro Spaccasassi – si è potuto raggiungere grazie alla forte sinergia fra i cittadini, l’Asm e l’amministrazione comunale. Se uno di questi tre attori viene a mancare i risultati non possono che essere inferiori”. Altro risultato sottolineato dal Comune è quello riguardante il residuo secco che, secondo i dati Asm, raggiunge i 34 chili pro capite.

Intanto ieri in sala del Consiglio il sindaco Guido Grillini, l’assessore Spaccasassi e il presidente di Asm Terni hanno consegnato un riconoscimento all’associazione ‘Viatores Umbro Sabini’ per essersi distinta in materia di rifiuti. L’associazione, riferisce l’amministrazione comunale, collabora da anni con le istituzioni in diverse attività con la partecipazione delle scuole fra le quali lo svolgimento delle giornate in materia di raccolta differenziata.

Calvi dell’Umbria è già stato premiato nel 2020 con la medaglia d’oro di Legambiente per essere risultato il Comune più virtuoso dell’Umbria per la raccolta differenziata. Con l’88,4 per cento era infatti entrato nello speciale novero dei Comuni ‘rifiuti free’, vantando anche 42 chili pro capite di indifferenziato annuale.

Il Comune annuncia la volontà di proseguire il percorso verso la riduzione dei rifiuti. “In programma a breve – dice sempre Spaccasassi – la ‘bacheca del riuso’ utilizzabile da tutti i cittadini con un servizio totalmente gratuito per gli utenti con l’obiettivo di diminuire i rifiuti. Tramite l’app di Junker, poi, in un’apposita finestra – informa l’assessore – si possono inserire gli oggetti fotografati dai cittadini che possono essere riutilizzati, gli altri cittadini possono vederli e decidere se prenderli oppure no. Calvi con i suoi 45 chilometri quadrati, in buona parte ricoperti da boschi – conclude – si riconferma essere un paese che si contraddistingue per la sua eccellente qualità di vita”.

(35)

Share Button