La dott.ssa Margarita Blanca alla Mostra “Arte, fuoco e ceralacca”. A riceverla il Sindaco Massimiliano Presciutti

Gualdo tadino, 5 gennaio 2022 – Visita internazionale e di grande prestigio nella giornata di mercoledì 5 gennaio per la mostra “Arte, fuoco e ceralacca” I sigilli della collezione Francesco Allegrucci a cura di Anna Nancy Rozzi visitabile presso il Museo Civico della Rocca Flea di Gualdo Tadino.

La Console Onoraria del Messico in Umbria, Dott.ssa Margarita Blanca è stata ricevuto presso la Rocca Flea di Gualdo Tadino dal Sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti e dalla Direttrice del Polo Museale, Catia Monacelli, che la hanno accompagnato nella visita alla mostra “Arte, fuoco e ceralacca” I sigilli della collezione Francesco Allegrucci.

La mostra gualdese, dunque, continua ad attirare ed essere apprezzata oltre che da tanti visitatori e turisti anche da diversi ospiti illustri.

La visita odierna della Console Onoraria del Messico in Umbria, Dott.ssa Margarita Blanca segue infatti quella avvenuta lo scorso mese di dicembre dal campione di pallavolo della Sir Safety Perugia Fabio Ricci.

Va ricordato che la mostra “Arte, fuoco e ceralacca” I sigilli della collezione Francesco Allegrucci A cura di Anna Nancy Rozzi resterà visitabile presso il Museo Civico della Rocca Flea di Gualdo Tadino fino al prossimo 30 gennaio 2022.

La Mostra “ARTE, FUOCO E CERALACCA”

La pratica di sigillare esiste dall’antichità più remota e la sua stessa universalità la situa all’altezza di altri grandi fattori di civiltà; simbolo di identità e proprietà, connesso alla nascita della scrittura, del commercio e dell’organizzazione statale, il sigillo ha certificato e tutelato per almeno sette millenni beni materiali e ruoli sociali.

Destinate a lasciare la propria impronta su argilla, cera, piombo e ceralacca le matrici hanno elaborato un linguaggio estetico e simbolico espresso attraverso l’araldica e l’arte della calligrafia, mentre le

impugnature si sono spesso trasformate in preziosi complementi da scrivania, caricandosi di valori artistici che ne hanno fatto un ricercato oggetto da collezione sin dall’antichità classica.

La collezione Francesco Allegrucci offre la possibilità di spaziare attraverso tre secoli di sigillatura con esemplari che ne evidenziano i molteplici impieghi; la diversità delle forme, dei materiali e delle funzioni si snoda dalle raffinate concessioni imperiali degli Asburgo sino agli umili stampi da pane, dai gioielli alle sante reliquie, dai sigilli ufficiali ai chiudi-busta della corrispondenza amichevole.

(11)

Share Button