E’ un 35enne pizzicato dai Caraninieri e denunciato all’Autorità Giudiziaria per la violazione della quarantena

Sant’Anatolia di Narco, 13 gennaio 2022 – Nei giorni scorsi i militari della Stazione di Sant’Anatolia di Narco durante i servizi di controllo del territorio devoluti alla prevenzione dei reati in generale e alla verifica del rispetto della normativa anti-Covid 19 hanno individuato un uomo, 35enne, che si trovava lontano dal proprio domicilio nonostante la positività al virus, già constatata da alcuni giorni.

In particolare, i Carabinieri hanno fermato e controllato l’uomo proveniente dal comune di Sant’Anatolia di Narco che si era recato a Spoleto in maniera del tutto arbitraria.

La condotta tenuta dall’uomo, immediatamente accertata, e dopo le opportune verifiche è stata oggetto di segnalazione all’Autorità Giudiziaria per la violazione della quarantena.

Tali comportamenti appaiono importanti e in violazione delle norme sulla salute e il rispetto del senso civico a salvaguardia della collettività.

Proprio in questa fase di ampia diffusione del Covid -19 con le diverse varianti “Delta” e “Omicron”, il rispetto delle prescrizioni in caso di positività, ovvero per quarantena da contatto stretto, appaiono fondamentali per ridurre un’ulteriore ondata, garantendo la sicurezza delle comunità cittadine.

La persistente attività di controllo dell’Arma dei Carabinieri, su scala nazionale, dall’inizio della pandemia ha assunto sempre una valenza strategica volta a garantire la riduzione della diffusione del virus.

L’impegno e la sinergia istituzionale perseguita dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Perugia su tutta la Provincia attraverso le 9 Compagnie e le 65 Stazioni territoriali, è come sempre volta alla tutela della salute del cittadino, anche mediante l’impiego del Nucleo Antisofisticazione e Sanità dei Carabinieri (N.A.S. di Perugia) con specifici servizi dedicati.

Le persone sottoposte a indagini preliminari si presumono innocenti.

(6)

Share Button