Umbertide, 27 gennaio 2022 – E’ caccia ai banditi che ieri mattina hanno rapinato 300mila euro in contanti dal portavalori che si era fermato davanti all’ufficio postale di Umbertide. Sono stati rapidissimi: 16 secondi per portare a termine  l’azione. Un vigilantes è rimasto ferito, perché colpito dal calcio del fucile a pompa di uno dei malviventi che gli avrebbe strappato anche la pistola dalla fondina.

Un’altra guardia giurata, però, che si trovava all’interno dell’ufficio postale e ha visto tutta la scena ha esploso alcuni colpi di pistola e sembra che uno dei rapinatori sia rimasto ferito. Forse di striscio da uno dei proiettili. Sulla scena, gli uomini della scientifica hanno ritrovato i segni di sei bossoli. Sembrano tutti partiti dalla pistola del vigilantes. Se fosse così i due banditi non avrebbero risposto al fuoco. L’auto, una Fiat 500 L con la quale sono fuggiti e poi abbandonata da un chilometro circa da Umbertide, è stata trovata con il lunotto posteriore frantumato. Un proiettile potrebbe aver centrato il lunotto e ferito anche un bandito.

Vista la rapidità dell’azione non è escluso che potrebbe essere una banda con una preparazione di tipo militare. Tutte le ipotesi sono possibili, come pure le voci sulla loro provenienza estera. Gli inquirenti stanno lavorando anche su possibili collegamenti con altre rapine simili. Fortunatamente, i malviventi non avrebbero esploso nessun colpo con il fucile a pompa, altrimenti la rapina poteva avere conseguenze peggiori.

 

 

(45)

Share Button