“L’Amministrazione comunale ha agito sulla base di dati scientifici”
Terni, 22 febbraio 2022 – Dai  senatori Lega, Valeria Alessandrini e Stefano Lucidi e dai consiglieri regionali Lega Umbria, Daniele Carissimi e Daniele Nicchi, riceviamo e pubblichiamo la seguente nota.

“Un ringraziamento sincero ai vigili del fuoco che hanno lavorato senza sosta per spegnere le fiamme e mettere in sicurezza l’area, agli amministratori comunali, al sindaco Latini e all’assessore Salvati, ai tecnici di Arpa e Usl, ai volontari della Protezione civile e al personale del Comune di Terni che si sono interessati della vicenda mettendo in atto prontamente efficaci misure nei rispettivi ambiti di competenza.

Auspichiamo che le indagini della polizia giudiziaria facciano presto luce sulla vicenda e ne stabiliscano cause e responsabilità.
Ridicola la polemica politica cavalcata dalla sinistra e dal Movimento 5 Stelle. Un atteggiamento insopportabile poiché strumentalizza il tema della salute dei cittadini e sottolinea la mancata volontà di un confronto serio e costruttivo a cui dovrebbe tendere un’opposizione responsabile.

L’Amministrazione comunale ternana ha agito con velocità, competenza, prudenza e trasparenza, sulla base di riscontri scientifici e di evidenze fornite da tecnici qualificati. A fronte delle sterili polemiche, ricordiamo l’impegno profuso su tematiche ambientali dall’amministrazione comunale fin dal suo insediamento, mentre i tentativi dell’assessore Salvati di voler instaurare un confronto serio sono rimasti lettera morta, in quanto da parte dell’opposizione si è sempre cercato di costruire un muro di polemiche utile a coprire la totale assenza di proposte.

Quali sarebbero le responsabilità di un sindaco o di un assessore nei confronti di un impianto privato di riciclo di carta e plastica dai rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata, che dispone di tutte le autorizzazioni del caso e che lavora sul territorio da ben prima dell’insediamento di questa consiliatura? Questo sciacallaggio su tematiche ambientali deve finire perché non fa bene a nessuno e rovina l’immagine della città”.

(7)

Share Button