Spoleto, 28 marzo 2022 – Nel trascorso fine settimana i militari della Compagnia Carabinieri di Spoleto hanno eseguito un servizio di controllo straordinario nei comuni di Giano dell’Umbria e Spoleto finalizzato in generale alla prevenzione dei reati.

Le pattuglie dell’Arma disposte sul territorio hanno impresso un’azione preventiva su tutto il comune di Giano, monitorando le contrade più periferiche, agevolando una massiccia presenza di autovetture nel centro abitato e controllando le aree periferiche del Comune di Spoleto.

Il servizio è stato assolutamente proficuo in termini di monitoraggio consentendo un’ampia visuale della giurisdizione di competenza. Gli esiti e i risultati raggiunti dagli equipaggi impiegati sono stati:

  • 245 le persone controllate e identificate con rispettivi documenti di riconoscimento;
  • 218 i veicoli controllati unitamente alle carte di circolazione;
  • 61 persone controllate in relazione al “Green Pass” presso esercizio commerciali;
  • 15 attività controllate con particolare attenzione al rispetto delle norme per il contrasto alla diffusione epidemiologica;
  • 14 contravvenzioni legate al codice della strada (mancato uso delle cinture di sicurezza, mancato uso del dispositivo viva voce per cellulari, velocità, guida senza patente al seguito, mancanza revisione veicoli).

Durante il servizio veniva individuato un giovane 33enne in possesso di due grammi di sostanza stupefacente tipo hashish e per tale ragione segnalato alla prefettura di Perugia per detenzione di sostanza stupefacente ad uso personale (art.75 d.p.r. 309/90) con le relative conseguenze del caso. Ambito medesimo contesto gli equipaggi della radiomobile impiegati procedevano a numerosi controlli con l’etilometro nell’ottica della prevenzione e sicurezza nelle strade della giurisdizione individuando un soggetto alla guida di autoveicolo in stato d’ebbrezza al quale veniva sequestrata l’autovettura, ritirati i documenti di guida e circolazione del veicolo nonché in relazione al tasso alcolemico riscontrato il suddetto veniva deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria.

Nel corso dei controlli d’identificazione delle persone a bordo dei veicoli veniva individuato un ragazzo ventenne, risultato dai terminali positivo al covid-19, che aveva violato gli obblighi di quarantena previsti dai dispositivi normativi per la prevenzione della diffusione pandemica. Il ragazzo rimaneva sorpreso di come i militari avessero incrociato i dati e a seguito degli accertamenti lo stesso veniva deferito alla Magistratura per violazione dell’obbligo di isolamento disposto dall’Autorità Sanitaria.

La Compagnia Carabinieri di Spoleto sta effettuando servizi di tale natura con frequenza costante per fornire una corretta risposta alle esigenze del cittadino sia in termini di prevenzione dei reati, in quanto volti ad infrenare il fenomeno dello spaccio di droga e della guida in stato d’ebbrezza soprattutto nel “mondo dei giovani”.

Infine, assume decisa incisività l’azione dell’Arma dei Carabinieri in termini di prevenzione della diffusione del covid-19, proprio per la massima sensibilità istituzionale svolta dai militari con controlli costanti in tutto il territorio della Provincia.

Le persone sottoposte ad indagini preliminari si presumono innocenti.

 

(13)

Share Button