Perugia, 2 aprile 2022 – Martedì 5 aprile Cgil, Cisl e Uil dell’Umbria consegneranno alla presidenza del Consiglio regionale le migliaia di firme raccolte a sostegno della petizione popolare lanciata dai tre sindacati umbri per una “sanità pubblica e universale”, petizione che chiede la riscrittura, in maniera partecipata, del piano socio-sanitario regionale. Seguirà dalle ore 9.30 un presidio in piazza Italia a Perugia, nel corso del quale interverranno alcune lavoratrici e lavoratori della sanità e non solo, insieme ai tre segretari generali di Cgil, Cisl e Uil dell’Umbria, Vincenzo Sgalla, Angelo Manzotti e Maurizio Molinari.

Dopo un lungo percorso di assemblee nei luoghi di lavoro e nei territori, assemblee nelle quali sono intervenuti, tra gli altri, anche tanti sindaci e amministratori locali, Cgil, Cisl e Uil hanno chiesto il sostegno della popolazione alle proprie proposte, sintetizzate in un documento che indica 8 punti fondamentali per il futuro della sanità in Umbria: lotta al Covid; assunzioni di personale con contratti stabili (2000 è la cifra indicata dai sindacati); protocollo sugli appalti; lotta agli infortuni e alle malattie professionali; rapporto con l’università; confini chiari per la sanità privata; programmazione pubblica e investimenti; partecipazione.

 

 

(4)

Share Button