Deruta, 4 aprile 2022 – Il sindaco Michele Toniaccini scrive nella sua pagina facebook: Descrivere questa giornata non è semplice! Si sono susseguite forti e intense emozioni che, sono certo, oggi siano arrivate al cuore di tutta la comunità derutese. Ci sono state le emozioni, ma anche l’orgoglio di essere stato il primo Comune umbro a conferire la cittadinanza onoraria a S. Em. Cardinale Gualtiero Bassetti.

La cerimonia di oggi è ulteriore testimonianza di quel legame di collaborazione, nel rispetto dei ruoli di ciascuno, che unisce la Chiesa umbra alle istituzioni del nostro territorio. Un legame che S. Em. ha saputo sempre tenere ben saldo e rappresentare.

L’opera del Cardinale Bassetti è per tutti noi motivo di riflessione e una guida imprescindibile: il suo esempio di stile di vita semplice, vicino alle persone, attento ai bisogni dei più deboli, la sua solidarietà, la sua presenza, il suo prendersi cura dell’umanità sono alla base del conferimento della cittadinanza onoraria di Deruta.

Come ha detto la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, tutti noi abbiamo sempre sentito la vicinanza di S. Em. Cardinale Bassetti. Sua Em. ha accolto questo conferimento con altrettanta emozione e come un’attenzione alla Chiesa tutta.

Di grande impatto è stata anche la consegna della bellissima pergamena in ceramica, rappresentativa del nostro artigianato artistico, che S. Em. ha dedicato al fratello, il quale era un maestro torniante!Ringrazio quanti sono intervenuti, dalla presidente Tesei, al Prefetto di Perugia, Gradone, alle altre alte Istituzioni, ai consiglieri regionali, ai rappresentanti delle forze dell’ordine, ai sindaci e consiglieri di altri Comuni, al mondo dell’associazionismo, al segretario generale di Anci Marche, Bedeschi, al presidente di Federfarma Luciani, ai cittadini.

In tanti hanno voluto condividere questo straordinario momento con noi! Un ringraziamento particolarmente sentito alla Banda Musicale Città di Deruta, la Casa degli Artisti e all’associazione La Rosa dell’Umbria che hanno fattivamente contribuito a rendere speciale l’organizzazione di questa giornata!

Infine, ringrazio nuovamente S. Em. per l’onore che ci ha reso, e che porteremo sempre nei nostri cuori, così come i suoi alti insegnamenti che pongono al centro la persona e la sua dignità.

 

(20)

Share Button