Foligno, 8 aprile 2022 – La Polizia di Stato ha tenuto un incontro, presso l’Istituto Tecnico Economico “F. Scarpellini” di Foligno, con l’obiettivo di sensibilizzare e informare i giovani su un utilizzo più consapevole e corretto della tecnologia per contrastare ogni forma di distorsione della rete.

All’evento, denominato “Cyberbullismo, prevenzione e contrasto a scuola”, hanno preso parte il Dirigente del Commissariato di Foligno, Adriano Felici; la Dirigente del Compartimento della Polizia Postale e delle Comunicazioni dell’Umbria, Michela Sambuchi e l’Assessore alla Scuola e alle Politiche Giovanili del Comune di Foligno, Paola De Bonis.
L’incontro, trasmesso in diretta streaming, ha coinvolto un gran numero di studenti che, incuriositi dall’attualità della tematica, hanno rivolto ai funzionari numerose domande, volte ad approfondire un argomento che tocca da vicino la loro quotidianità.

Per la prevenzione e il contrasto di queste tipologie di reato, sempre più comuni tra i giovani, diventa essenziale l’impegno delle Istituzioni. Per questo la Polizia di Stato ogni anno organizza incontri formativi finalizzati a promuovere la cultura della legalità e a mettere in guardia i più giovani, spiegando a quali rischi o risvolti penali si può andare incontro con talune condotte.

Grazie alla diretta streaming, circa 700 studenti hanno potuto interagire con i due funzionari della Polizia di Stato che, oltre a rispondere alle varie domande, hanno condiviso del materiale didattico e un video che riassume la triste vicenda di Carolina Picchio, riconosciuta come prima vittima di cyberbullismo. La ragazza, infatti, si tolse la vita la notte tra il 4 e 5 gennaio 2013, non riuscendo più a sopportare l’umiliazione subita il giorno in cui un gruppo di ragazzi aveva diffuso un video che la riprendeva approfittando del suo stato di incoscienza.

“Grande soddisfazione – ha tenuto a precisare il Vice Questore Adriano Felici – per l’attenzione riscontrata e per gli interventi degli studenti, che hanno dimostrato notevole consapevolezza e interesse rispetto ai temi oggetto dell’incontro. Un grazie particolare all’Istituto Scarpellini per la sensibilità nel promuovere tra i giovani questi momenti di riflessione con l’obiettivo di renderli consapevoli e indicare loro i rischi che uno spazio così importante di libertà può comportare. I ragazzi sono una grande risorsa e la Polizia di Stato sarà sempre al loro fianco”.

 

(11)

Share Button