Domani ci sarà uno spettacolo in piazza Galeotto Marzio per celebrare il grande traguardo

NARNI, 22 aprile 2022 – Domani sarà il grande giorno dei Milites Gattamelata che alle 21.30 in Piazza Galeotto Marzio festeggeranno i “Trent’anni d’arme” con un’avvincente esibizione insieme alle “Lame di Albornoz”  ed “I Guardiani del Cervo”.

Un grande traguardo, quello del gruppo che spegne la trentesima candelina dopo anni di successi e di soddisfazioni sia a Narni, nell’abito della festa dedicata a San Giovenale, che nelle piazze di tutta Italia, dove le esibizioni sono molto apprezzate. Alla guida dello storico gruppo della Corsa all’Anello ci sono Gianni Brodoni, Stefano Chieruzzi e Gianni Di Antonio, responsabili nel comitato direttivo del terziere Mezule, “padre” della compagnia, nata nel1992 come gruppo di arco storico che da subito è stato intitolato al celebre condottiero narnese, chiamandosi “Gruppo Arcieri Gattamelata”. Nel primo gruppo c’erano solo gli arcieri e due musici che li accompagnavano nel corteo storico che anima le vie del centro storico il sabato antecendente la Corsa all’Anello.

Poi il gruppo si è evoluto, diventando compagnia: agli arcieri si aggiungono gli spadaccini e i bastonatori, i musici da due elementi passano a quindici, più il gonfaloniere ed i pavesi per un totale di quaranta elementi. La compagnia esibisce gli stemmi del condottiero narnese Gattamelata, il gatto rampante, le funi e l’elmo, presenti sul gonfalone, sui pavesi e sui tamburi. I loro colori di battaglia sono il verde ed il marrone ispirato dal colore dei boschi che circondano la città di Narni.

“Questo gruppo storico medievale nato all’interno della Corsa all’Anello – spiegano i responsabili –  raggiunge un traguardo importante se guardiamo al passato, ma anche un trampolino di lancio verso il futuro. Gli spettacoli e le esibizioni offerte dalla compagnia sono sempre legate a fatti realmente accaduti, ricostruendo storie di assedi, disfide e battagliole tipiche di quel periodo storico. Chi assiste ai nostri spettacoli di piazza non può non emozionarsi al sibilo delle frecce (spesso infuocate) degli arcieri, o al rumore delle lame e delle armature degli spadaccini. Il tutto accompagnato dai ritmi incalzanti dei musici che con le loro marce ci riportano alle battaglie del medioevo creando una suggestione in chi li ascolta che resta impressa nella mente e nel cuore.

Ci teniamo a ringraziare – hanno aggiunto –  i nostri fratelli d’arme, negli anni le amicizie storiche con Le Lame di Albornoz di Narni e con i Guardiani del Cervo hanno reso il tutto ancora più spettacolare e sorprendente. Un grazie enorme va a tutti i Milites che in questi trent’anni hanno fatto parte di questo gruppo, contribuendo ognuno allo sviluppo e al consolidamento della compagnia. Salutiamo tutti questi nostri amici con il nostro motto ‘Semper Milites’! Infine ringraziamo tutti coloro che in questi anni ad ogni nostra esibizione ci hanno sempre regalato calore e riconoscimenti dandoci forza e motivazione”.

In occasione del trentennale i Milites hanno organizzato anche una mostra fotografica in piazza Pozzo della comunità che farà rivivere attraverso le immagini la storia della compagnia.

 

 

(8)

Share Button