Foligno, 26 aprile 2022 – Non sarà arrivato il podio, ma gli Allievi dell’UC Foligno possono uscire a testa alta dal weekend di gare della Liberazione, primo vero spartiacque della stagione. I ragazzi diretti da Luciano Piermatti hanno infatti risposto nel migliore dei modi al doppio impegno ravvicinato, offrendo delle prestazioni convincenti al Gran Premio Liberazione sia di Roma che di Albergo, in scena nell’ordine il 24 e il 25 aprile.

Un’accoppiata aperta domenica tra il fascino e la storia del circuito delle Terme di Caracalla, in una prova che, coi suoi 156 partenti provenienti da tutta Italia, aveva poco o nulla da invidiare a un campionato nazionale di categoria. Il nervoso anello di gara, da ripetere 10 volte per 60 km totali, ha esaltato le qualità e il temperamento da crossisti di Mattia Proietti Gagliardoni e Giacomo Serangeli, rimasti sempre in quota in un gruppo dei migliori interessato sin dalle prime tornate da una spietata selezione.

Nonostante i continui attacchi la contesa si è risolta con uno sprint ristretto a una 30ina di unità, dove Proietti Gagliardoni e Serangeli hanno sfiorato la top 10 chiudendo rispettivamente all’11° e al 12° posto. A 24 ore di distanza la pattuglia folignate ha rinnovato la sfida con alcuni dei protagonisti di Roma, più alcune aggiunte di qualità, sulle strade aretine del GP Liberazione di Albergo, caratterizzato nel finale dall’arduo GPM, con annesso settore di sterrato, di Pieggia dei Lecci.

Altro terreno amico per uno specialista del fuoristrada come Proietti Gagliardoni, 4° al traguardo dopo aver acceso la miccia in prima persona lungo la scalata decisiva. Oltre all’assisano, giunto nel terzetto alle spalle del vincitore solitario Nicholas Travella (GS Cicli Fiorin), si è segnalato tra i Falchetti anche Luca Laudi, in avanscoperta per alcuni km nel tratto appena precedente l’imbocco del GPM.

Agli allori dalle ruote grasse stanno quindi facendo seguito anche le prime soddisfazioni su strada per un team dotato di individualità importanti e, soprattutto, futuribili. La crescita palesata gara dopo gara in questo avvio di stagione rappresenta senza dubbio il dato più incoraggiante da parte di un gruppo che, al netto della presenza di ben 5 elementi su 7 del 1° anno, ha assorbito bene l’impatto con una categoria già estremamente competitiva come quella degli Allievi. A giudicare da quanto visto in quest’ultimo weekend i presupposti per progredire ulteriormente nei prossimi appuntamenti ci sono davvero tutti.

(3)

Share Button