Oltre 700 le fotografie partecipanti al concorso “Obiettivo Terra” dedicato alla difesa e valorizzazione del patrimonio ambientale delle Aree Protette d’Italia

Visso, 28 aprile 2022 –  Il presidente dell’ente Parco Nazionale dei Monti Sibillini, Andrea Spaterna ha partecipato la settimana scorsa a Roma ai festeggiamenti dei “100 anni insieme per la natura” riguardanti i archi d’Abruzzo, Lazio e Molise e Gran Paradiso.

Il Presidente del Parco dei Sibillini, Andrera Spaterna, con le responsabili dello stand

Altro evento di rilievo è stato il concorso fotografico “Obiettivo Terra” dedicato alla difesa e alla valorizzazione del patrimonio ambientale delle Aree Protette d’Italia, promosso dalla Fondazione UniVerde e dalla Società Geografica Italiana Onlus, in occasione della 52esima Giornata Mondiale della Terra.

Oltre 700 le fotografie partecipanti al concorso. Ad aggiudicarsi il primo premio è stato Giuliano Zappi, con uno scatto che ritrae il bacio romantico tra due volpi nel Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Anche il Parco Nazionale dei Monti Sibillini ha ottenuto una menzione grazie alla fotografia Riflessi invernali a Castelluccio di Norcia di Francesco Russo, relativa al patrimonio geologico e alla geodiversità.

“Un riconoscimento importante che premia la diversità non solo dal punto di vista biologico, di cui il territorio dei Monti Sibillini è ricchissimo, ma anche dal punto di vista geologico.

Non a caso” sottolinea il presidente Spaterna “tra le iniziative che il nostro parco ha realizzato nei mesi scorsi vi è anche un progetto, condotto insieme all’ISPRA e finanziato dal Ministero della Transizione Ecologica, per l’individuazione di siti in cui siano evidenti i segni della fagliazione superficiale causata dagli eventi sismici del 2016.

In tali siti, e la piana di Castelluccio è tra questi, sono stati allestiti pannelli informativi che descrivono, sinteticamente, quanto visibile sul terreno, inquadrandolo nella descrizione generale dei fenomeni sismici e della geologia locale. Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini è la prima realtà in Italia a promuovere un’operazione del genere, dove ricerca scientifica, divulgazione e memoria dei tragici fatti sismici del 2016 concorrono a caratterizzare dei percorsi turistici”.

(37)

Share Button