Dopo aver sottratto lo zaino ad una donna si è dato alla fuga ma è stato inseguito dalla stessa che, una volta raggiunto, è stata insultata e minacciata

Perugia, 13 maggio 2022 – Il personale della Polizia di Stato di Perugia, a seguito di chiamata al numero di emergenza, è intervenuto presso un supermercato in Piazza Vittorio Veneto dov’era stata segnalata la presenza di un cittadino straniero che, dopo aver sottratto lo zaino ad una donna, si era dato alla fuga.

 

Giunti sul posto, gli operatori hanno preso contatti con la richiedente che ha raccontato di aver inseguito l’uomo fuori dal supermercato e di averlo trovato intento a sottrarre alcuni oggetti contenuti all’interno dello zaino. Alla vista della donna, il cittadino straniero aveva iniziato a insultarla e a minacciarla.

 

Mentre la vittima era intenta a raccontare ai poliziotti l’accaduto, d’un tratto ha riconosciuto in lontananza l’autore della rapina. Nel tentativo di avvicinarlo, questi ha tentato di darsi alla fuga in sella a una bicicletta ma è stato raggiunto e fermato dagli operatori.

All’invito degli agenti di mostrare il contenuto dello zaino, l’uomo lo ha scaraventato a terra insieme ad alcuni soldi e a un paio di forbici. Da un controllo più approfondito gli operatori hanno rinvenuto anche gli oggetti e il denaro sottratto alla vittima.

 

Durante gli accertamenti, l’uomo – un cittadino tunisino, classe 1985 – che fin da subito aveva mostrato un atteggiamento nervoso e aggressivo, ha cercato di riappropriarsi delle forbici e per questo motivo gli agenti hanno provveduto a fermarlo. Nel tentativo di divincolarsi, ha dato un morso alla mano di un agente ed è stato necessario il supporto di un’altra volante per contenerlo.

Accompagnato in Questura per le procedure di identificazione e per ulteriori approfondimenti, il cittadino straniero ha continuato a minacciare gli operatori.

 

Al termine delle attività di rito, il 37enne è stato arrestato per il reato di rapina impropria, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. Su disposizione del P.M. è stato tradotto presso la casa circondariale di Capanne.

 

 

(9)

Share Button