Mani esperte ripetono ancora oggi gli stessi gesti di sempre: plasmano l’argilla sul tornio o la comprimono in antichi stampi in gesso per ottenerne armoniche forme plastiche ora classiche, ora contemporanee

Gualdo Tadino, 16 maggio 2022 – Il Comune di Gualdo Tadino, in collaborazione con il Polo Museale della città, l’Associazione Culturale Rubboli, l’Associazione Protadino, aderisce al week-end della ceramica italiana promosso dall’AICC e presenta due giorni ricchi di appuntamenti, fra tradizione e nuove tendenze. “Buongiorno Ceramica” è visite guidate, musei, mostre, nuovi progetti di musealizzazione, momento di riflessione sull’arte ceramica, incontro con il pubblico di estimatori.

Gualdo Tadino ha da sempre legato il proprio nome e la propria immagine alla ceramica, date le importanti finalità economiche, sociali e culturali che nel tempo ha ricoperto. Nella storia il cielo di Gualdo è stato solcato, e ancora lo è, dalle fumate grigie dei forni a legna e delle muffole annerite da innumerevoli fascine di ginestra, così da fissare per sempre su vasi e piatti le rinomate iridescenze gualdesi dell’oro e del rubino su fondo blu cobalto o sullo smalto bianco perlaceo e cristallino. Mani esperte ripetono ancora oggi gli stessi gesti di sempre: plasmano l’argilla sul tornio o la comprimono in antichi stampi in gesso per ottenerne armoniche forme plastiche ora classiche, ora contemporanee. Il pennello scivola sullo smalto candido e traccia i sottili volti della storia e della mitologia tra grottesche e raffaellesche.

Presso il Museo Civico Rocca Flea è possibile ammirare le istallazioni dell’artista Nazzareno Guglielmi, in cui la ceramica diventa il naturale supporto per una espressività contemporanea, ispirata al mondo della matematica. Nella Chiesa di San Francesco, a cura di Rolando Giovannini, promossa dall’Associazione Protadino, nell’ambito della Triennale della Ceramica 2021-2022, si inaugura la mostra retrospettiva del 39° Concorso Internazionale della Ceramica d’arte di Gualdo Tadino.

Spazio alle visite guidate invece presso il Museo Opificio Rubboli, sulle orme del Piccolpasso, dalla straordinaria cottura “a muffola” alla descrizione degli splendidi manufatti esposti nel museo, con la partecipazione del curatore Maurizio Tittarelli Rubboli. Presso Casa Cajani, Museo della ceramica, la presentazione delle nuove acquisizioni ceramiche e della musealizzazione di nuovi spazi. Dopo il progetto legato al maestro Angelo Carini, in arte Cinquantuno, il Museo si arricchisce di due nuove sezioni “monografiche” con le opere di due importanti maestri della trazione copista, Nedo da Gualdo e Renzo Megni.

Durante la conferenza sarà inoltre presentata la nuova acquisizione relativa ad Alfredo Santarelli e alle opere degli anni Trenta, che si diversificano dalle classiche a lustro oro e rubino per il richiamo allo stile liberty e si svolgerà un collegamento in diretta con gli amici tunisini, Amministratori della Regione di Bizerte e delle città di Hchachna e Sejnene, centri famosi per la tradizione ceramica, con Sejnene che dal 2018 è stato inserito nell’elenco rappresentativo del patrimonio culturale immateriale dell’umanità (UNESCO).

“Anche quest’anno Gualdo Tadino partecipa attivamente all’evento Buongiorno Ceramica 2022.

Il nostro meraviglioso artigianato ceramico, infatti, può e deve essere promosso nel mondo anche attraverso la collaborazione con altre importanti realtà mondiali. Così dopo aver siglato lo scorso Marzo in Tunisia un Patto di Amicizia, con al centro la ceramica, con le città di Hchachna e Sejnene, centri famosi per la tradizione ceramica, con Sejnene che dal 2018 è stato inserito nell’elenco rappresentativo del patrimonio culturale immateriale dell’umanità (UNESCO) e che saranno in collegamento on line durante la conferenza di sabato 21 maggio, nel prossimo mese di Giugno sigleremo un altro Patto di amicizia che vedrà coinvolta Cuba, con la città di Cardenas protagonista insieme a Gualdo Tadino, che grazie al progetto Hub Particular fornirà ai ceramisti cubani sia macchinari che formazione specializzata”.

Programma 

Sabato 21 maggio, ore 10.30

Sala Consiliare Comune Gualdo Tadino

Conferenza di presentazione acquisizione e musealizzazione delle opere di Alfredo Santarelli, Nedo da Gualdo e Renzo Megni.

Presentazione, promossa dall’Associazione Protadino, nell’ambito della Triennale della Ceramica 2021-2022, della mostra retrospettiva del 39° Concorso Internazionale della ceramica d’arte di Gualdo Tadino, a cura di Rolando Giovannini.

Durante la conferenza si svolgerà un collegamento in diretta con gli amici tunisini, Amministratori della Regione di Bizerte e delle città di Hchachna e Sejnene, centri famosi per la tradizione ceramica, con Sejnene che dal 2018 è stato inserito nell’elenco rappresentativo del patrimonio culturale immateriale dell’umanità (UNESCO).

A seguire visita al Museo della Ceramica Casa Cajani e alla Chiesa di san Francesco taglio del nastro per l’esposizione retrospettiva.

Saluti di Massimiliano Presciutti, Sindaco di Gualdo Tadino, Barbara Bucari, Assessore alla Cultura e Carlo Giustiniani, Presidente Protadino

Intervengono

Catia Monacelli, Direttore Polo Museale

Heidy Khirat, Coordinatore Patto d’Amicizia con le città di Hchachna e Sejnene

Gabriele Passeri, esperto di ceramica

Nello Teodori, Architetto

Domenica 22 maggio, ore 15.00

“L’eredità del Piccolpasso” ed il Museo Opificio Rubboli, visita guidata con la partecipazione di Maurizio Tittarelli Rubboli e la collaborazione dell’Associazione Culturale Rubboli.

Museo Opificio Rubboli, via Giuseppe Discepoli 16

Alla scoperta del lustro ceramico: i musei da visitare in città

Orario di apertura 10-13/15-18

Museo Civico Rocca Flea

Museo della ceramica Casa Cajani

Museo Opificio Rubboli

(70)

Share Button