Perugia, 20 maggio 2022 – Con la presentazione agli studenti di alcune classi dell’Istituto Omnicomprensivo Rosselli-Rasetti dei percorsi didattici che li vedranno coinvolti, hanno preso questa mattina il via a Castiglione del Lago le attività de “L’impronta dell’acqua”, progetto multidisciplinare promosso da Arpa Umbria con la collaborazione dell’artista Roberto Ghezzi e il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

Gli alunni parteciperanno a un laboratorio di sostenibilità volto a conoscere il ciclo di vita e l’impronta ecologica dei tessuti, cui seguirà un’attività di sperimentazione che prevede l’interramento di alcune tipologie di materiali tessili, che saranno fra alcuni mesi recuperati per esaminarne l’interazione con l’ambiente, in un’ottica di sviluppo delle conoscenze e sensibilizzazione rispetto al tema della sostenibilità.

L’attività didattica rappresenta uno dei percorsi che saranno sviluppati nell’ambito del progetto, che abbraccia i temi propri della ricerca, dello studio dell’ambiente e dell’arte. L’interazione dei materiali con gli elementi naturali del lago Trasimeno sarà infatti anche al centro dello studio artistico curato, nell’ambito del progetto, da Roberto Ghezzi: “Il lago Trasimeno è sempre stato un’estensione del mio studio” – ha dichiarato l’artista – “un continuo centro di sperimentazione, dove è naturale pensare ad arte e scienza, ricerca estetica e naturalistica come a due facce della stessa medaglia, in nome di una conoscenza onnicomprensiva che credo sia l’unica, sola vera strada verso la salvaguardia ambientale”.

Arpa Umbria curerà lo studio scientifico collegato al progetto che, oltre all’analisi dei materiali interessati dalle sperimentazioni, sarà volto a far conoscere, alla comunità locale e non, l’ecosistema lago, i suoi habitat, la biodiversità macro e microscopica degli ambienti acquatici, terrestri, aerei e le loro interazioni.

Il Direttore Generale di Arpa Umbria, Luca Proietti, ha commentato così l’avvio del progetto: “Ricerca e formazione rappresentano per Arpa Umbria due mission fondamentali: farlo poi attraverso l’arte si trasforma in un valore aggiunto. La scienza deve sempre cercare una chiave nuova per raggiungere e affascinare una platea più ampia”.

Il progetto “L’impronta dell’acqua” annovera la partnership delle associazioni Faro Trasimeno e Laboratorio del Cittadino, dell’Unione dei Comuni del Trasimeno e dei Comuni di Castiglione del Lago, Corciano, Magione, Panicale, Passignano sul Trasimeno e Tuoro sul Trasimeno.

 

(59)

Share Button