Norcia, 31 maggio 2022 – Prosegue incessantemente l’attività di contrasto al fenomeno delle truffe on-line, che negli ultimi mesi sono aumentate in maniera esponenziale, nonostante i continui sforzi dei Carabinieri in campo preventivo.

I Carabinieri della Stazione di Norcia, al termine di un’attività di indagine, durata poco più di un anno, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica due donne di origini campane, presunte responsabili di una truffa ai danni di un giovane tabaccaio di Norcia.

Le donne in questione, presentandosi come operatrici LIS, nel mese di aprile del 2021, con il pretesto di dover aggiornare il terminale POS della tabaccheria della vittima, in quanto presentava problemi di natura tecnica, convincevano il giovane malcapitato ad eseguire tre operazioni di ricarica da 989,00 euro. Il tabaccaio, tratto in inganno anche dal fatto che le donne gli avevano detto di indicare nella causale dell’operazione la dicitura “transazione nulla” e convinto di non ricevere addebiti sul conto, effettuava le operazioni richieste. Purtroppo dal suo conto gli venivano sottratti ben 3964,00 euro.

Il giovane, resosi conto di essere stato vittima di una truffa, si è subito recato dai Carabinieri che dopo una lunga e articolata attività investigativa hanno identificato le presunte autrici della truffa, entrambe già note alle forze dell’ordine per aver commesso reati analoghi e con lo stesso modus operandi in molte altre regioni d’Italia.

Le donne sono state quindi denunciate alla magistratura, presso la quale, qualora le ipotesi investigative dovessero trovare conferma, dovranno rispondere del delitto di truffa.

Le persone sottoposte alle indagini preliminari si presumono innocenti.

(102)

Share Button