Nel segno della ripresa dei grandi eventi sportivi con i Meeting Italo Galluzzi e Tifernum Tiberinum. Ospite d’onore Stefano Battistelli, che tornerà dopo oltre 30 anni nella piscina comunale tifernate dove preparò la conquista della medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Seul

Città di Castello, 4 giugno 2022 – Numeri da record per la settimana del nuoto a Città di Castello, che dall’11 al 19 giugno vedrà protagonisti nella piscina comunale 1.500 nuotatori da tutta Italia per il XXXV Meeting Internazionale Masters Italo Galluzzi e per il XXV Meeting Nazionale di Nuoto Tifernum Tiberinum. Dopo oltre 30 anni gli appassionati di nuoto tifernati riabbracceranno Stefano Battistelli, uno dei più acclamati campioni del nuoto, che proprio a Città di Castello nel 1988 svolse il ritiro preolimpico con la nazionale prima di diventare con il bronzo di Seul il primo uomo a vincere una medaglia ai giochi per l’Italia, sedici anni dopo Novella Calligaris.

Una coincidenza fortunata che verrà ricordata e festeggiata venerdì 17 e sabato 18 giugno, quando il plurimedagliato nuotatore azzurro sarà ospite del CNAT’99 per le gare del Tifernum Tiberinum. Nella conferenza stampa di stamattina nel parco della piscina comunale di via Engels, il sindaco e l’assessore allo Sport hanno sottolineato la “soddisfazione per il ritorno del grande nuoto a Città di Castello dopo la pandemia, con due eventi tra i più importanti in Italia per numeri e qualità degli atleti presenti”.

“Abbiamo la passione, ma soprattutto la serietà, per continuare a essere punto di riferimento per le grandi manifestazioni nazionali, con la forza dei nostri oltre 13 mila praticanti, un’impiantistica di prim’ordine e servizi su cui l’amministrazione comunale investirà ancora, nella convinzione che lo sport sia un fondamentale fattore di crescita sociale ed economica per la nostra comunità”, hanno puntualizzato sindaco e assessore.

“Città di Castello si conferma un’eccellenza dello sport in Umbria e per una settimana sarà la capitale del nuoto nazionale, con importanti manifestazioni che daranno un segnale importante di ripresa e premieranno i grandi sforzi del comitato regionale della Federazione Italiana Nuoto, che durante la pandemia ha sempre garantito con coraggio l’attività agonistica”, ha dichiarato il presidente del comitato umbro del Coni Domenico Ignozza, che ha sottolineato come “Città di Castello si dimostri all’altezza della sua impiantistica e specchio della sensibilità di un’amministrazione comunale da sempre oculata e capace nella gestione dello sport”.

“Durante la pandemia – ha ricordato il presidente della Fin regionale Mario Provvidenza – l’Umbria è stata l’unica regione che ha svolto 43 turni gara, con un enorme impegno, costi importanti, ma soprattutto una grande assunzione di responsabilità nel nome della garanzia dello sport, che, di fronte al ritorno di eventi storici e importanti come i meeting nazionali Galluzzi e Tifernum Tiberinum di Città di Castello, vengono davvero ripagati”.

“In questo territorio ci sono condizioni ideali per fare sport – ha aggiunto Provvidenza – per noi la piscina comunale dove ci troviamo e il movimento natatorio tifernati sono punti di riferimento fondamentali, che premieremo ulteriormente portando qui la finale regionale degli esordienti in occasione del Tifernum Tiberinum”. A presentare le manifestazioni protagoniste della settimana del nuoto di Città di Castello sono stati gli organizzatori, che hanno ringraziato Comune e Polisport per il fondamentale supporto e Sogepu per l’investimento che ha permesso di dotare la piscina esterna dei nuovi blocchi di partenza trackstart.

Il presidente dei Nuotatori Tifernati Polisport Valentino Cerrotti (nella foto) e il responsabile organizzativo Francesco Serafini hanno illustrato la XXXV edizione del Meeting Internazionale Masters Italo Galluzzi, in programma dall’11 al 12 giugno, ricordando “l’orgoglio di essere la manifestazione di categoria più longeva d’Italia”. “Siamo davvero contenti di poter dare un segnale di ripartenza dello sport e del nuoto dopo due anni di stop forzato per il Covid-19”, hanno evidenziato Cerrotti e Serafini, che hanno anticipato i numeri dell’evento: “al momento siamo a 67 squadre partecipanti e 450 atleti iscritti tra i 25 e gli 85 anni”.

“L’aspettativa è di superare i 500 atleti in vasca, numeri straordinari che in Italia possono vantare solo tre-quattro meeting, ma tutti in realtà territoriali decisamente più grandi della nostra”, hanno spiegato gli organizzatori, che hanno preannunciato il tentativo di record di Giuseppe Bilotta, classe 1936, che per il Centro Nuoto Bastia proverà a battere il primato italiano nella categoria M85 nei 1.500 stile libero. In vasca ci sarà anche un agguerrito gruppo di ultrasettantenni tutto tifernate nella categoria M300, con l’81enne Vittorio Mariucci, il 74enne Nerio Neri, il 73enne Sandro Belletti e il 72enne Fabio Celicchi della squadra dei Nuotatori Tifernati Polisport, che gareggeranno nella staffetta 4×50 mista. Altri tentativi di record saranno confermati nei prossimi giorni in quella che si annuncia un’edizione da grandi risultati sportivi, nella quale tornerà anche l’immancabile appuntamento con il più famoso “terzo tempo d’Italia”, “Porchettando”, la conviviale a base di porchetta, vino, dolci fatti in casa e musica che sarà offerta ai partecipanti alla manifestazione dai  Nuotatori  Tifernati Polisport. La vice presidente del Cnat’99 Federica Pacini ha presentato la XXV edizione del Meeting Tifernum Tiberinum (in programma dal 17 al 19 giugno) insieme al segretario Giorgio Pierini, consigliere regionale della Fin, parlando di “una edizione da record, con 45 società presenti provenienti da 10 regioni, 900 atleti a partire dagli 8 anni di età e 4.000 gare in programma”.

“Quest’anno la manifestazione significa per noi una ripartenza vera e propria, perché la stagione agonistica dei nostri ragazzi riprende da qui, visto che il Covid-19 ha impedito la disputa di gran parte delle gare”, ha osservato Pacini, nell’esprimere l’aspettativa di “un ritorno alla normalità così importante per i nostri giovani, che con grandi sacrifici hanno continuato ad allenarsi per questo momento, nel quale si confronteranno con alcuni tra i migliori coetanei in Italia sotto gli occhi di un grandissimo campione come Stefano Battistelli, che ci onorerà della sua partecipazione e sarà di grande stimolo ed esempio per quanti gareggeranno in acqua”.

A testimoniare “la soddisfazione per il ritorno dei grandi eventi sportivi nei nostri impianti” è stato l’amministratore unico di Polisport Stefano Nardoni, che ha dato conto del lavoro della società e di tutto il personale “per garantire le migliori condizioni di svolgimento delle gare, un una piscina comunale che ogni anno si rinnova grazie alla collaborazione con l’amministrazione comunale e con Sogepu a cui si deve una riconoscenza speciale per l’acquisto dei nuovi blocchi di partenza, che aiutano a migliorare le performance e portano il nostro impianto all’altezza dei migliori in Italia”.

 

(516)

Share Button