Oggi, sabato 18 giugno, alla sala dei Notari, il concorso letterario, unico al mondo, è ospite dell’evento cicloturistico Francesco nei sentieri. Domani l’omonima ciclostorica

Perugia, 17 giu. – Sarà Perugia, nell’ambito della manifestazione cicloturistica d’epoca Francesco nei sentieri, a ospitare il Gran galà del Bicicletterario, finalissima del concorso letterario unico al mondo che premia opere inedite di narrativa e prosa breve, poesie, aforismi e sentenze dedicate alla bicicletta.

Alessio Stefano Berti

L’appuntamento è oggi, sabato 18 giugno, alle 16.30 alla Sala dei Notari di palazzo dei Priori, dove saranno letti e premiati i componimenti più belli tra i vincitori delle cinque edizioni del concorso, esordito nel 2015 e arrivato fino al 2019, per poi interrompersi durante l’emergenza sanitaria. Perugia è stata scelta proprio in virtù del ‘corteggiamento’, evidentemente efficace, che Cesare Galletti, presidente dell’Asd Francesco nei sentieri, ha fatto in questi anni oltre che per la reputazione che la manifestazione omonima ha saputo conquistarsi arrivando alla settima edizione, in programma sabato 18 e domenica 19 giugno tra Perugia, fiume Tevere e lago Trasimeno.

Veruska Menna

Una giuria qualificata decreterà i vincitori assoluti delle cinque edizioni del Bicicletterario della categoria Adulti (da 17 anni in poi), anche se il premio, nella sua location di nascita, Scauri di Minturno (Latina), prevede anche le categorie Bambini (fino a 11 anni) e Ragazzi (12-16 anni).

Un gemellaggio, dunque, tra Francesco nei sentieri e Il Bicicletterario che pedaleranno insieme unendo sport e cultura all’insegna della passione per la bicicletta.

Dalla ‘trasferta’ perugina del Gran galà del Bicicletterario ne è nata anche una ricca raccolta antologica, acquistabile in occasione dell’evento a palazzo dei Priori, che racchiude le opere dei vincitori (le prime tre posizioni delle sezioni ‘racconti brevi’, ‘mini-racconti’ e ‘poesie’) e i destinatari delle menzioni speciali, arricchito, inoltre, da speciali contributi, a partire da quello di Emilio Rigatti, presidente onorario della Giuria, di Paolo Rumiz, Timisoara Pinto, Alessandra Schepisi, Carlo Delfino e Alessio Berti.

La conduzione del galà sarà affidata a Marianna Chianese, coadiuvata da Veruska Menna, attrice e scrittrice, che insieme ad Alessio Berti curerà la lettura delle opere premiate.

Domenica 19 giugno, poi, tutti in sella in abbigliamento d’epoca per la cicloturistica Francesco nei sentieri. Attesi circa 150 partecipanti, tra cui Fabrizio Ravanelli, testimonial dell’evento. Due i percorsi: uno corto di 52 chilometri e dislivello di 723 metri, e l’altro, più lungo, di 98 chilometri, con dislivello di 1361 metri. L’appuntamento è ai Giardini del Frontone a Perugia, dalle 6.30 alle 8, per poi proseguire verso la Fontana Maggiore da dove si partirà alle 8.30. Previsti diversi punti di ristoro (in località San Marino di Perugia, Umbertide, Castel Rigone, Montecolognola, Collesanto di Magione, Magione, poi ancora Perugia), a cura di associazioni del territorio e Proloco. All’arrivo, a Perugia, ci sarà pasta party e il pomeriggio sarà allietato da balli in stile anni ‘30 in piazza IV Novembre. La sera, poi, alle 21, si potrà assistere al concerto ‘Cent’anni di baci 500 di cioccolato’ di UmbriaEnsemble, al Chiostro della Cattedrale di san Lorenzo. Ad arricchire la manifestazione, la domenica mattina, ci sarà anche una visita guidata gratuita al Museo archeologico nazionale dell’Umbria.

(26)

Share Button