La cerimonia di premiazione domani, 22 giugno, ancora da remoto, con inizio alle ore 16, su piattaforma Zoom

Grande soddisfazione per l’Associazione “Nel Nome del Rispetto” all’esito dei risultati del concorso 22/23 in termini sia di partecipazione che di contenuti e che confermano la bontà degli argomenti scelti e del format ormai collaudato per promuovere il valore del Rispetto in ogni ambito della vita sociale, dando stimoli ed entusiasmo a continuare in questa direzione non solo alla presidente Maria Cristina Zenobi e alla vice presidente Cristina Virili, ma anche al Comitato Scientifico, alla Giuria e al numero crescente dei testimonial, che per l’occasione sarà il generale dei Carabinieri Giuseppe Meglio.

La partecipazione al progetto dal titolo “Il Rispetto dell’Essere Umano e della Pace tra tradizione ed evoluzione” ha visto il coinvolgimento per questa edizione di circa 9000 studenti da tutta Italia. In Umbria, da Perugia a Terni, Spoleto, Cascia, Spello, Foligno, Assisi, Perugia, Corciano e Gubbio dove interi plessi scolastici e più istituti nelle città menzionate hanno partecipato con centinaia di studenti i quali, accanto ai rispettivi docenti, hanno lavorato al progetto durante tutto l’anno scolastico.

Dal resto d’Italia, le scuole di 17 Regioni, tanti sono gli ambasciatori dell’Associazione che coordinano la realizzazione del progetto in quelle zone lontane dall’Umbria.

La cerimonia di premiazione, ancora da remoto, è fissata per il giorno 22, con inizio alle ore 16, su piattaforma Zoom.

In collegamento per un saluto ed alcune riflessioni sull’iniziativa anche alla luce dei tristi eventi del conflitto, il Prefetto di Perugia Armando Gradone, il vice Sindaco di Perugia Tuderi, la consigliera alle Pari Opportunità della Provincia di Perugia, Erica ….

Presenti a sostenere l’Associazione, i progetti e il valore del Rispetto anche la Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno e altre istituzioni pubbliche e private che, unitamente agli sponsors consentono alle iniziative dell’Associazione una sempre migliore realizzazione finalizzata a sensibilizzare anche il mondo dei grandi nei riguardi del concetto di Rispetto, che seppur nominato in ogni occasione, spesso viene mal compreso e ancor meno applicato.

Da qui l’esigenza, sempre maggiormente avvertita, di insistere, specialmente presso le giovani generazioni, per far acquisire la consapevolezza del valore del Rispetto che possa poi essere applicato in ogni forma di civile convivenza.

Quest’anno il concorso si è arricchito di un altro  premio destinato agli studenti della Scuola di Specializzazione in Beni Culturali e nell’ambito del tema “La grande bellezza: il rispetto attraverso l’arte”.

Ma l’Associazione è attiva anche su altri fronti in grado di promuovere il valore del Rispetto.

Ci riferiamo alla ideazione da parte della Zenobi e della Virili del fumetto costituito dalla figura di un rassicurante gatto, che non poteva non chiamarsi “Gatto Rispetto”, un marchio registrato che è già popolare in alcuni ambiti, attraverso le cui gesta, descritte dalla mano e fantasia della scrittrice Fiorenza Mosci, propone varie situazioni di concreta applicazione del Rispetto.

Dopo l’anteprima a Torino alla Fiera del Libro dello scorso maggio, il fumetto, racchiuso in un libro dal titolo “Le pillole di Gatto Rispetto”, ma prossimo, ad ottobre per la presentazione ufficiale ad Assisi, ad essere animato con la voce di un importante attore, il tenero animale sarà il protagonista di avventure, dove il ricorso al Rispetto costituirà la soluzione ineludibile per affermarsi e per risolvere situazioni concrete della vita quotidiana.

 

 

(182)

Share Button