Alla guida un 36enne ubriaco. Nel novembre scorso gli era stata ritirata la patente. Il passeggero di 47 anni è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico

Perugia, 24 giugno 2022 – Il personale della Squadra Volante della Questura di Perugia, nel corso dei servizi di controllo del territorio, è intervenuto in zona Pian di Massiano dov’era stata notata un’auto che, ad alta velocità, stava effettuando delle manovre pericolose.

Alla vista della Volante, il conducente del mezzo ha arrestato repentinamente la marcia. Dopo aver parcheggiato il veicolo, è sceso dall’auto insieme al passeggero cercando di allontanarsi e di eludere il controllo degli agenti.

I poliziotti, dopo averli fermati, li hanno identificati come due cittadini italiani. L’autista, classe 1986, è risultato gravato da precedenti di polizia per reati contro la persona, guida in stato d’ebbrezza, detenzione abusiva di arma e reati inerenti alle sostanze stupefacenti. Il passeggero, classe 1975, aveva a suo carico precedenti per reati contro il patrimonio, porto abusivo d’arma e sostanze stupefacenti.

Dagli approfondimenti degli operatori è emerso che il 36enne si era messo alla guida dell’auto nonostante nel novembre scorso gli fosse stata ritirata la patente di guida. Il 47enne, invece, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico.

Al termine delle attività di rito, gli agenti hanno contestato al conducente la sanzione amministrativa prevista dal Codice della Strada per guida pericolosa e con patente sospesa, con una sanzione pecuniaria di oltre 2mila euro.

Il passeggero, invece, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere.

 

 

 

(8)

Share Button