Piediluco, 25 giugno 2022 – Sono state inaugurate quest’oggi, in occasione dei Campionati Italiani Fondazione Carit, le strutture realizzate con l’abbattimento delle barriere architettoniche presso il Centro Nazionale di Preparazione Olimpica e Paralimpica di Piediluco, che hanno arricchito la struttura di un ascensore, di nuovi bagni e spogliatoi dedicati alle atleti e agli atleti del settore pararowing.

Un risultato di straordinaria importanza conseguito grazie alle risorse della Fondazione Terzo Pilastro Internazionale, presieduta dal professor Emanuele Francesco Maria Emmanuele e rappresentata, per l’occasione, dal Roberto Ridolfi, revisore dei conti della Fondazione, che ha dichiarato: “La Fondazione Terzo Pilastro Internazionale, è lieta di essere al fianco della Federazione Italiana Canottaggio per la realizzazione di questi importanti lavori di ristrutturazione che permettono, a questa bellissima struttura, di essere funzionale anche per il settore degli atleti paralimpici. La Fondazione continuerà ad essere vicina al canottaggio”.

A fianco della Fondazione Terzo Pilastro, e della Federazione Italiana Canottaggio, continua ad esserci la Regione Umbria con l’Assessore ai Lavori Pubblici della Regione Umbria Enrico Melasecche, il quale, durante il suo intervento, si è detto felice di aver contribuito a migliorare una struttura che può essere considerata a tutti gli effetti un’eccellenza regionale.

La Regione Umbria continuerà, altresì, a sostenere gli ulteriori progetti di riqualificazione che la Federazione svilupperà a Piediluco proprio per riportare il lago, e il suo campo di regata, alla fruizione di regata internazionali di alto livello riconosciute da World Rowing. Il Comune di Terni era rappresentato, invece, dalla vicesindaca Benedetta Salvati, la quale ha affermato che le strutture del Centro Nazionale di Preparazione Olimpica e Paralimpica sono e continueranno ad essere il fiore all’occhiello del comprensorio del ternano e i fondi del PNRR contribuiranno a rendere il Centro Nazionale di Preparazione Olimpica e Paralimpica ancora più performante.

Ad aprire la serie di interventi Luigi Carlini, presidente della Fondazione Carit Cassa di Risparmio di Terni e Narni, main sponsor dell’evento Tricolore in svolgimento, il quale ha affermato: “Fa piacere vedere una ulteriore realizzazione del progetto di rilancio del lago di Piediluco, che diventa, a questo punto, riferimento paralimpico anche grazie al grande lavoro della Federazione Italiana Canottaggio e del presidente Giuseppe Abbagnale.

Finalmente abbiamo un campo di gara all’altezza e questo è fondamentale per la Fondazione e per tutti quelli che credono nella rivitalizzazione del sito di Piediluco attraverso lo sport. Noi, come Fondazione Carit, abbiamo sempre spinto in questa direzione e anche tutti gli enti coinvolti hanno lavorato dalla stessa parte. È un onore inoltre per la Fondazione Carit poter accostare il proprio nome ai campionati italiani in corso oggi e domani, poiché anche questo rappresenta un palcoscenico di primo livello per la città”.

Presenti anche l’Assessore all’urbanistica del Comune di Terni, Federico Cini, il Consigliere del Comune di Terni, Federico Brizzi, il Delegato CONI Terni, Fabio Moscatelli, il Delegato CIT Terni Referente per l’Impiantistica, Gianni Fabrizi, Federico Nannurelli, Ingegnere del Comune di Terni che ha seguito tutto l’iter dei lavori, mentre per la Federazione oltre al Presidente federale Giuseppe Abbagnale, che ha confermato il suo impegno nel voler terminare tutti i lavori entro il prossimo biennio e per questo ha ringraziato tutti per la vicinanza, c’erano anche il Vice Presidente Antonio Giuntini, Il Consigliere Andrea Vitale, il Segretario Generale Maurizio Leone, il Direttore del Centro Nunzio Sorrentino e alcuni atleti della squadra paralimpica, reduce dalla Coppa del Mondo di Poznan (Polonia), Giacomo Perini, Ludovica Tramontin e Tommaso Schettino accompagnati dal Capo Allenatore Pararowing Giovanni Santaniello.

 

(93)

Share Button