Il giovane, di origini albanesi, è in Italia senza fissa dimora. Ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

Marsciano, 25 giugno 2022 -I Carabinieri della Stazione di Marsciano hanno proceduto, nel corso della serata, all’arresto di un 19enne di origini albanesi in Italia senza fissa dimora, ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari della Stazione, nel corso in un servizio di pattuglia nel territorio di Spina, hanno notato un’autovettura effettuare repentine manovre; hanno così deciso di seguire il veicolo e una volta raggiunta e fatta accostare, hanno proceduto ad un più approfondito controllo.

Il giovane alla guida è stato quindi sottoposto a perquisizione personale e veicolare, a conclusione della quale i Carabinieri hanno rinvenuto 20 ovuli in plastica contenenti cocaina per un peso complessivo di 16 grammi, procedendo inoltre al sequestro di 400 euro in contanti, ritenuti provento dell’attività illecita.

Lo stupefacente, abilmente occultato all’interno della vettura, è stato trovato solo a seguito di una minuziosa verifica di tutte le parti del mezzo.

Il 19enne è stato così tratto in arresto poiché ritenuto presunto responsabile del reato di detenzione di sostanze stupefacenti. Nel corso della mattinata è stato celebrato il rito direttissimo, all’esito del quale l’arresto è stato convalidato il giovane è stato condannato a due anni di reclusione e una multa di 3.000 euro, oltre al divieto di dimora nei Comuni delle Regioni Umbria, Toscana e Marche.

 

(21)

Share Button