L’evento in centro storico sabato 6 agosto con tante iniziative a tema. Nei tre giorni precedenti saranno protagonisti i borghi di Collevalenza, Izzalini e Pantalla

Todi, 2 agosto 2022 -Neppure il tempo di far attenuare l’eco dei concerti di Irama, Coez e Il Tre, protagonisti dell’Umbria Music Festival, che la piazza di Todi torna ad illuminarsi di una nuova ma assai diversa iniziativa di intrattenimento. Sabato 6 agosto sarà infatti la volta della Notte Bianca dei bambini e della famiglia, evento che a partire dalle ore 20 animerà il centro storico della città con il Ludobus, gli spettacoli di magia, la musica dei Memory Box e tante altre attività, appunto, a misura di famiglia.

Non mancherà, in collaborazione con CoopCulture, “Una notte al museo”, con la possibilità di affidare i propri figli alle operatrici culturali, tra le ore 20 e le 21:30, che li guideranno alla scoperta dell’arte e della storia cittadina. La novità del 2022 è rappresentata dalla tre giorni di “Aspettando la Notte Bianca dei bambini e della famiglia”, a tutti gli effetti un prologo che si svolgerà nei centri frazionali di Collevalenza (3 agosto), di Izzalini (4 agosto) e di Pantalla (5 agosto).

“Vogliamo che Todi sia una città da vivere ad ogni età”, evidenzia l’assessore alla cultura Alessia Marta. “Per questo, dopo i recenti concerti per i giovanissimi, abbiamo voluto impegnarci per una proposta rivolta ai più piccoli e ai loro genitori, ampliando il programma anche in alcuni borghi del territorio comunale”.
In occasione della Notte Bianca dei bambini e della famiglia sarà possibile anche fare la visita al campanile di San Fortunato per ammirare dall’alto, dalle ore 21:30 alle ore 23:30, la città illuminata.
Poco lontano, nell’ambito della manifestazione “Calici di Stelle”, che si svolgerà in contemporanea sempre il 6 agosto, sarà possibile osservare le stelle con i telescopi professionali posizionati sulla sommità del parco della Rocca, in prossimità delle colonne di Beverly Pepper, assistiti dai volontari dell’associazione astrofili “Paolo Maffei”.

 

 

(172)

Share Button