Aveva 12 involucri in cellophane elettrosaldati contenenti stupefacente del tipo cocaina, una dose di hashish e un coltello

Perugia, 3 agosto 2022 – La notte scorsa gli agenti della Polizia di Stato di Perugia hanno fermato e arrestato un cittadino tunisino, classe 1988, che, sottoposto a controllo, è stato trovato in possesso di 12 involucri termosaldati di sostanza stupefacente.

L’uomo era stato notato dagli operatori perché, nell’ambito di un controllo in una sala da gioco, alla richiesta di esibire i documenti, aveva fin da subito mostrato dei segni di nervosismo e insofferenza.

Nel corso degli accertamenti, il 34enne ha tentato di eludere il controllo chiedendo ai poliziotti di poter andare in bagno. Insospettiti, lo hanno accompagnato monitorando costantemente i suoi movimenti. Infatti, una volta entrato, l’uomo ha tentato velocemente di disfarsi di una busta, gettandola all’interno del wc. Gli agenti, a quel punto, con non poche difficoltà, hanno contenuto l’uomo che, dimenandosi e tentando di scappare dalla presa dei poliziotti, li ha graffiati arrecandogli lesioni ed escoriazioni.

Una volta in sicurezza, gli operatori hanno recuperato la busta dal wc constatando che, al suo interno, vi erano 12 involucri in cellophane elettrosaldati contenenti sostanza stupefacente del tipo cocaina, una dose di hashish e un coltello.

Dopo averlo sottoposto a perquisizione, gli agenti hanno accompagnato il 34enne in Questura per una compiuta identificazione e gli accertamenti di rito.

Dalle verifiche è risultato che era solito utilizzare delle false identità ed era gravato da diversi precedenti di polizia per reati in materia di stupefacenti e resistenza a Pubblico Ufficiale. Il 34enne, inoltre, era destinatario di un provvedimento di espulsione emesso dal Questore di Perugia lo scorso 18 febbraio.

Per questi motivi, il tunisino è stato tratto in arresto e, su disposizione del Pubblico Ministero, è stato trattenuto presso le celle di sicurezza della Questura in attesa dell’udienza di convalida che si terrà nella giornata odierna presso il Tribunale di Perugia.

 

 

(19)

Share Button