Foligno, 3 agosto 2022 – In questo periodo di siccità e temperature bollenti che superano anche i 36 gradi, il verde è in sofferenza. Soprattutto quello pubblico che si trova nelle fioriere di ghisa. Questa mattina gli operai hanno rimosso in piazza delle Erbe le povere piante ormai secche e rimosso a dimore altrettante pianticelle che fra pochi giorni saranno destinate a sicura agonia.

Le fioriere di ghisa, scelte da qualche solerte funzionario del comune, si trovano solo in qualche città del nord e non sono esposte a temperature così forti. Non solo: hanno come piedistallo delle “bocce” sempre in ghisa che si sono staccate durante i “trasferimenti”. Il comune ha provveduto adesso a munirle di una base più solida in ferro. Resta, però, insoluto il problema del verde che si secca dentro le ciotole in ghisa: quando fuori l’impatto della canicola è 36 gradi  le radici delle piante raggiungono temperature di 60/70 gradi.

(35)

Share Button