TERNI – Alla luce delle rimostranze rappresentate a mezzo stampa dal sindacato dei medici Cimo – Fesmed Umbria relative allo stock di mascherine protettive Ffp2 in dotazione nelle strutture dell’azienda sanitaria, la direzione strategica della Usl Umbria 2 tiene a precisare che tali presidi, a differenza di quanto riportato nel comunicato, risultano essere in possesso di tutte le certificazioni di idoneità e garantiscono il massimo livello di qualità in termini di efficacia e di protezione.

Tali mascherine FFP2-NR D, dispositivi delle vie aeree che offrono una completa salvaguardia contro virus, polveri e aerosol, sono state valutate totalmente idonee dalla commissione tecnica nominata nell’ambito della gara centralizzata regionale esperita dal Cras.

Evidentemente la conformazione “a conchiglia” di tale mascherine che, è opportuno ribadirlo, rappresentano il gold standard in fatto di protezione e tutela della salute e sono pienamente rispondenti ai requisiti tecnici definiti dal capitolato di gara, non risultano confortevoli, in alcuni operatori, per un utilizzo prolungato in ambiente sanitario.

(7)

Share Button