Domenica 18 Settembre con il concerto Djelem Do Mar

Guldo Tadino, 9 settembre 2022 – Il Radicanti Festival, nell’ambito del ricco programma di iniziative estivo 2022 messo in piedi dall’Amministrazione Comunale, arriva a Gualdo Tadino con il concerto Djelem Do Mar che si svolgerà domenica 18 Settembre alle ore 21 presso il Teatro Talia.

Un evento di alto livello con ingresso gratuito, organizzato da Associazione Musicittà con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e la collaborazione del Comune di Gualdo Tadino.

Il concerto Djelem Do Mar esplora una dimensione femminile e contemporanea della tradizione mediterranea: le due band leaders Fabia Salvucci e Sara Marini propongono un viaggio «etno-linguistico» che incrocia differenti culture e suggestioni del Mediterraneo, un percorso guidato dal lavoro di rilettura della musica «etno-popolare» a due voci che in contrappunto raccontano storie, sensibilità e sonorità delle culture rom, yiddish, ritmi latini, melodie greche, basche, arabe, flamenche e della musica tradizionale del centro sud Italia. Oltre al lavoro di ricerca storica legata al canto e alla musica popolare in senso stretto, Djelem Do Mar si spinge oltre, contaminandosi sostanzialmente grazie all’uso di strumenti e sonorità contemporanee, presi in prestito dal mondo Rock e Pop. Al loro fianco il musicista, compositore e arrangiatore Lorenzo Cannelli, polistrumentista eclettico che si dedica e appassiona a vari linguaggi musicali.

Lo spettacolo gualdese fa parte del programma di iniziative del Radicanti Festival.

Radicanti è un Festival dedicato al canto popolare, alle sue tradizioni ed evoluzioni. Distribuito su 4 giorni, da giovedì 15 Settembre a domenica 18 Settembre, comprende 5 appuntamenti musicali prodotti da 3 formazioni di musica popolare, una tavola rotonda con esperti di etnomusicologia e un workshop sul canto popolare.

Ciascuna formazione musicale offre una prospettiva differente rispetto alla tradizione del canto popolare. Oggetto del festival non è quindi solo la celebrazione del canto popolare come eredità in linea con la tradizione, ma anche un’occasione per specialisti, amanti e curiosi di confrontarsi con sviluppi contemporanei, frutto di nuove forme e modalità di commistioni culturali, etniche e generazionali.

Il festival approfondisce l’attività intrapresa dall’Associazione Musicittà nell’ambito della musica e in particolare del canto in tutte le sue forme ed espressioni, dalla formazione allo spettacolo.

(26)

Share Button