In programma musica dal vivo, parata di maschere allegoriche, esibizioni di danzatori, aerialists e acrobati, visite guidate nei luoghi di cultura

Foligno, 9 settembre 2022 – Dopo il ricco programma di concerti, conferenze e cinema che ha preso il via il 27 agosto, l’edizione 2022 del Festival Segni Barocchi si concluderà il 10 settembre con la NOTTE BAROCCA, che prevede una variegata serie di eventi in collaborazione con Ente Autonomo Giostra della Quintana di Foligno. La kermesse animerà la città di Foligno fino a notte fonda.

Si inizierà alle ore 18:30 nella Corte di Palazzo Trinci con il concerto degli allievi partecipanti al Laboratorio di Canto barocco diretti da Gloria Banditelli.  Si proseguirà alle ore 21:15  in Piazza della Repubblica con Squilli di trombe in piazza, che vedrà in azione Sbandieratori e Musici Città di Foligno.

A seguire, alle ore 22 la Parata di maschere allegoriche a cura dell’Associazione di volontariato Carnevale dei Ragazzi di Sant’Eraclio. Il Carnevale di Sant’Eraclio sarà presente con tre creazioni realizzate dai mastri cartapestai del Carnevale raffiguranti i medici della peste, che saranno installate su basamenti mobili. Le creazioni saranno accompagnate da un corteo di personaggi con costumi a loro attinenti, da due fanciulle con costumi a tema floreale inneggianti la primavera e da altri personaggi che indosseranno costumi con fattezze riconducibili all’epoca barocca. La sfilata si muoverà a partire da circa metà di Corso Cavour per recarsi in Piazza della Repubblica, dove si svolgerà lo spettacolo della Notte Barocca. Al termine dello spettacolo il corteo ripercorrerà lo stesso tragitto dell’andata, ma muovendosi in senso inverso. L’allegoria del carnevale rappresenta, dopo la pandemia, la rinascita, la ripartenza, l’inno alla vita con l’arrivo della primavera.

Alle ore 23 sarà la volta dei Danzatori, aerialists e acrobati di ResExtensa Dance Company con i loro Studi d’Estasi – Fata: La danza degli elementi, protagonisti Elisa Barucchieri, direzione e regia, coreografie contemporanee; Bruna Gondoni, coreografie storiche; Alessandro Catacchio, direzione tecnica, con la partecipazione degli allievi del Laboratorio di danza barocca diretto da Bruna Gondoni e Angelo Paolo De Lucia. “Studi d’Estasi – Fata: la danza degli elementi è una celebrazione esuberante degli elementi, fatta di voli vertiginosi e vorticose danze, per una travolgente, coinvolgente festa dei sensi. Acqua, Aria, Fuoco, Terra, e la misteriosa, eterea Quintessenza. Guidati dalla voce calda e accogliente della Fata Madre Natura, un viaggio tra gli elementi, attraverso le passioni e le estasi umane per celebrare la profonda tensione vitale dell’universo. Meraviglia e stupore in celebrazione della bellezza di vita.”

La compagnia ResExtensa si occupa di spettacoli inerenti la danza e, in particolare, la danza aerea integrata alla danza contemporanea e alla commistione dei linguaggi della scena.

Alle ore 24, in Piazza della Repubblica è in programma l’esibizione dei Tamburini dei rioni e dell’Ente autonomo Giostra della Quintana.

Alle ore 24:30 è previsto il Gran Finale.

Nel corso della Notte Barocca, resteranno aperti gli esercizi commerciali e i seguenti luoghi di cultura: il Museo della Città di Palazzo Trinci, in collaborazione con CoopCulture; il Museo Capitolare Diocesano Cripta di San Feliciano, in collaborazione con la Diocesi di Foligno; dalle ore 21 alle ore 23, l’Oratorio di San Giuseppe, l’Oratorio della Misericordia, l’Oratorio del Gonfalone, la Chiesa del Suffragio, con visite guidate a cura del FAIPalazzo RoncalliSala di Apollo, a cura di Pro Foligno. Inoltre, il Laboratorio di Scienze Sperimentali alle ore 21:30 prevede una visita guidata al Planetario “Paolo Maffei” e la proiezione del “Cielo di settembre al Planetario”, a cura di Arnaldo Duranti, per l’appunto in collaborazione con il Laboratorio di Scienze Sperimentali e l’Associazione Astronomica Antares.

Il Festival Segni Barocchi, dal 27 agosto al 10 settembre 2022 a Foligno e nel suo territorio (Sassovivo, Belfiore, Pale, Vescia, Rasiglia, San Giovanni Profiamma), si conferma quale appuntamento di grande rilevanza artistica e culturale nel panorama nazionale.

Ricchissimo e di alto livello il programma della manifestazione, che include concertispettacoli di danzarécital organisticiconferenzelaboratori di danza e canto barocchicinema, nonché il tradizionale appuntamento con la Notte Barocca.

“È il ritorno di uno dei Festival più antichi dell’Umbria in un’edizione che coniuga le diverse forme dell’arte e conferma i “segni barocchi” nei secoli successivi. L’edizione di quest’anno ospiterà grandi artisti e offrirà un doveroso spazio a giovani emergenti”, afferma Fabio CiofiniDirettore artistico del Festival dal 2020, ideatore del programma, che in questa 43ª edizione ha consolidato la vocazione ampia del Festival, punto storico di riferimento per la cultura del Barocco.

 

(393)

Share Button