Organizzata dal Teatro Stabile dell’Umbria e dal Comune di Narni

Narni, 9 serttembre 2022 – La Stagione 22/23 del Teatro Comunale Giuseppe Manini di Narni, organizzata dal TSU con il Comune di Narni, inaugura domenica 16 ottobre con il debutto in Anteprima nazionale de Il compleanno (The Birthday Party) di Harold Pinter, il nuovo straordinario lavoro del regista tedesco di fama internazionale Peter Stein (nella foto), una delle figure più rilevanti della scena teatrale europea, che dirige una compagnia di 6 attori capitanata da Maddalena Crippa. Con Il compleanno Stein riprende il suo viaggio nella drammaturgia pinteriana con una cosiddetta “commedia della minaccia”: una commedia dall’inizio apparentemente normale che evolve in situazioni assurde.

Mercoledì 2 e giovedì 3 novembre Andrea Baracco porta in scena Otello da William Shakespeare, nuova produzione del Teatro Stabile dell’Umbria realizzata con il contributo speciale delle Fondazione Brunello e Federica Cucinelli, che vedrà in scena un cast tutto al femminile composto da: Valentina Acca, Verdiana Costanzo, Francesca Farcomeni, Federica Fracassi, Federica Fresco, Lucia Lavia, Viola Marietti. Attraverso un gioco scenico, Iago, sera dopo sera e di fronte al pubblico, stabilirà chi interpreterà Otello e chi Desdemona, assumendo il ruolo di autore, attore e regista della vicenda trasformando lo spettacolo, replica dopo replica, in un’esperienza in parte irripetibile.

La Stagione prosegue domenica 20 e lunedì 21 novembre con un’altra produzione del TSU: La madre dei mostri, uno spettacolo ispirato ai racconti di Guy de Maupassant diretto e allestito da Lorenzo Collalti attraverso una drammaturgia inedita, capace di indagare e costruire la vita quotidiana tra psicosi e ironia, proprio come fa lo scrittore francese. Gli interpreti: Michelangelo Dalisi, Caterina Carpio, Luca Carbone, Gabriele Linari e Grazia Capraro.

Venerdì 16 dicembre in scena la danza contemporanea con la Compagnia Zerogrammi e il suo Elegia delle cose perdute, una riscrittura in danza dal romanzo I Poveri dello scrittore e storico portoghese Raul Brandao. Soggetto, regia e coreografia sono di Stefano Mazzotta, i creatori e gli interpreti sono Alessio Rundeddu, Amina Amici, Damien Camunez, Gabriel Beddoes, Manuel Martin, Miriam Cinieri, Riccardo Micheletti.

Sabato 14 gennaio è la volta dell’attore e autore Paolo Camilli (nella foto)– il popolare ‘genio comico’ che ha conquistato il web con i suoi esilaranti sketch diventati virali su Instagram e TikTok – in scena con il suo spettacolo L’amico di tutti, un monologo a più voci in cui trovano spazio personaggi simbolici ed estremi, tutti animati da una comicità surreale e satirica.

Marco Ceccotti, attore e autore originario di Narni, porta in scena giovedì 2 febbraio Questa splendida non belligeranza, un’originale e dissacrante commedia moderata sul devastante quieto vivere; spettacolo vincitore del Premio In-Box 2022 con il maggior numero di voti nella storia del Premio. Con Giordano Domenico Agrusta, Luca Di Capua e Simona Oppedisano.

Domenica 26 febbraio, il Cartellone del Teatro Comunale Giuseppe Manini ospita Il gabbiano di Anton Čechov, ultimo lavoro del regista Leonardo Lidi, prodotto dal TSU insieme a Emilia Romagna Teatro ERT / Teatro Nazionale e il Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale. Come spiega Lidi, nello spettacolo “va in scena la drammaturgia dell’amore e dell’assenza di esso, un disegno raffinato di personaggi ed emozioni”. Il gabbiano rappresenta la prima tappa di una trilogia dedicata al drammaturgo russo, e che proseguirà con Zio Vanja e Il giardino dei ciliegi. Sul palco un cast di 10 attori: Giordano Agrusta, Maurizio Cardillo, Ilaria Falini, Christian La Rosa, Angela Malfitano, Francesca Mazza, Orietta Notari, Tino Rossi, Massimiliano Speziani e Giuliana Vigogna.

A chiudere la Stagione, lunedì 13 marzo, sarà un artista particolarmente amato dal pubblico e che torna in scena a Narni dopo molti anni: Marco Paolini con il suo ANTENATI the grave party. Un viaggio che Paolini percorre attraverso l’evoluzione della nostra specie toccando temi quali  l’evoluzione e l’ecologia, ma in chiave epico-comica; i fatti e i problemi del presente si legano ai problemi del passato, colli di bottiglia dell’evoluzione, difficoltà e pericoli attraversati dai nostri antenati in 200.000 anni.

Abbonamenti e biglietti

PRELAZIONE per gli abbonati della Stagione 2019/2020 da lunedì 19 a lunedì 26 settembre (dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13, lunedì e mercoledì anche dalle 15 alle 18, presso il DigiPASS di Palazzo dei Priori, in Piazza dei Priori; tel. 0744 747 277/279 e 333 2566633).

Vendita dei NUOVI ABBONAMENTI da lunedì 3 a lunedì 10 ottobre (dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13 / lunedì e mercoledì anche dalle 15 alle 18, presso il DigiPASS).

PREVENDITA DEI BIGLIETTI a partire da giovedì 13 ottobre presso il DigiPASS (dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13 / lunedì e mercoledì anche dalle 15 alle 18; il giorno dello spettacolo dalle 20, per gli spettacoli domenicali dalle 16).

VENDITA ONLINE disponibile sul sito www.teatrostabile.umbria.it.

PRENOTAZIONE TELEFONICA Botteghino Telefonico Regionale del Teatro Stabile dell’Umbria 075 57542222, tutti i giorni feriali dalle 17 alle 20 fino al giorno prima dello spettacolo.

I biglietti prenotati devono essere ritirati al DigiPASS Palazzo dei Priori entro le 20.30 del giorno dello spettacolo.

 

 

(47)

Share Button