Cascia, 4 ottobre 2022 – Nella giornata di ieri i militari della Stazione Carabinieri di Cascia, nell’ambito di una serie di controlli effettuati nei confronti dei soggetti detentori di armi, hanno individuato e proceduto al deferimento di due persone, ritenute presunte responsabili del reato di detenzione abusiva di armi e munizioni.

I Carabinieri di Cascia hanno sottoposto a perquisizione l’abitazione di un uomo di Cascia, durante la quale sono state rinvenute più di mille munizioni da caccia di vario calibro illegalmente detenute. L’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Spoleto per il reato dell’art. 697 C.P.

Poco dopo i Carabinieri si sono recati nella poco distante casa della madre dell’uomo denunciato, nella quale hanno trovato altre armi e munizioni. In particolare qui i Carabinieri hanno rilevato la presenza di quattro fucili mal custoditi, circa duecentocinquanta munizioni illegalmente detenute e dodici fucili e due pistole delle quali era stata omessa la denuncia della variazione del luogo di detenzione. Per tali ragioni la donna è stata denunciata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Spoleto per i reati previsti dall’art. 20 L. 110/1975, art. 697 C.P. e art. 38 TULPS.

Tutte le armi e le munizioni rinvenute sono state sottoposte a sequestro.

L’attività portata a termine testimonia l’impegno costante dei Carabinieri nell’attività di controllo in una materia delicata come quella delle armi.

Le persone sottoposte ad indagini preliminari si presumono innocenti.

(31)

Share Button