Assisi, 15 novembre 2022 – Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Assisi, durante gli ordinari servizi di controllo del territorio a Santa Maria degli Angeli, hanno fermato e sottoposto a controllo due giovani che avevano attirato la loro attenzione per alcuni atteggiamenti sospetti.

Alla richiesta degli operatori di esibire i documenti, uno dei due ragazzi – successivamente identificato come un cittadino italiano, classe 2004 – ha iniziato a tergiversare con la scusa di dover parlare al telefono. Dopo aver consegnato agli agenti un blocchetto degli assegni – poi risultato oggetto di furto – si è dato repentinamente alla fuga, facendo perdere le proprie tracce.

A quel punto, gli agenti hanno identificato l’altro giovane – un cittadino straniero, classe 1996 – con alcuni precedenti di polizia in materia di sostanze stupefacenti. Sottoposto a perquisizione, personale e domiciliare, è stato trovato in possesso di un borsello asportato domenica all’interno di un esercizio commerciale della zona. Rinvenuti anche alcuni involucri in cellophane contenenti della sostanza stupefacente del tipo “cocaina”; tre blocchetti di assegni e denaro contante pari a 700 euro dei quali non è stato in grado di fornire una motivazione plausibile.

Per questi motivi, al termine degli accertamenti di rito, il 26enne è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di detenzione di sostanza stupefacente a fini di spaccio e ricettazione. Gli assegni, il denaro e lo stupefacente, invece, sono stati sottoposti a sequestro.

Il 18enne datosi alla fuga, invece, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di ricettazione, resistenza a Pubblico Ufficiale e rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità.

(4)

Share Button