La donazione da Marta e Cristina, le giovani specializzande vittime, nel mese di aprile, di un drammatico incidente stradale in Giordania in cui perse la vita la loro amica e collega Lucia Menghini

FOLIGNO, 23 novembre 2022 – Marta e Cristina, le due ragazze specializzande vittime di un incidente stradale in Giordania lo scorso aprile, sono tornate insieme alle loro famiglie a far visita all’Ospedale “San Giovanni Battista” di Foligno per donare un apparecchio di stimolazione elettrica transcranica (TDCS) al Reparto di Neuroriabilitazione in cui hanno recuperato da molte delle sequele del trauma.

All’incontro hanno partecipato anche i genitori di Lucia Menghini, loro collega e amica folignate, deceduta nello stesso drammatico incidente.

Il dott. Mauro Zampolini, Direttore del Presidio Ospedaliero e Direttore del Dipartimento di Riabilitazione, ha illustrato le caratteristiche di questo apparecchio il cui principio consiste nel trasmettere, tramite degli elettrodi posti sulla testa dei pazienti, una corrente continua a bassa intensità capace di andare a modulare l’eccitabilità della corteccia cerebrale sottostante in modo da poter facilitare l’efficacia della seduta riabilitativa. La TDCS è giù utilizzata da anni in molti centri sia per problematiche neurologiche, specialmente collegate ad ictus, quali emiparesi, disfagia o neglect, ma anche nel disturbo di coscienza.

Il dott. Federico Scarponi, Responsabile del reparto di Neuroriabilitazione, ha ringraziato i familiari sia per la loro generosità che per l’importante ruolo avuto nel processo di recupero durante il periodo ospedaliero, stimolando nel modo migliore le ragazze e dando prosecuzione alle indicazioni del team riabilitativo durante le fasi della giornata riguardo l’assistenza e le attività da condurre.

 

 

(357)

Share Button